punzonatura bossoli

Munizioni fino a 20mm
Rispondi
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7482
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia

punzonatura bossoli

Messaggio da Andrea58 »

Ispirato dal pezzo sbagliato postato da Nicola ho ragionato un poco e mi sono reso conto che non ho mai visto un punzone per le cartucce in vita mia. Anche tra il materiale della SMI non mi pare ve ne siano anche se esistono svariate macchine per la produzione. In che fase venivano poste le lettere, qualcuno ne sa qualcosa?
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5404
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana

Re: punzonatura bossoli

Messaggio da Centerfire »

Bisognerebbe andare a visitare il museo della SMI, hanno un sacco di display con le sequenze di lavorazione... [0008024
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5498
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano

Re: punzonatura bossoli

Messaggio da OLD1973 »

Proprio al museo della SMI sono stati fotografati questi esemplari di semilavorati per il calibro 7,62 nato.
La marchiatura (timbratura, in gergo) era effettuata come ultima operazione dopo la formatura della base, in modo che ne le matrici del punzone venissero stressate da deformazioni della base del bossolo, ne i caratteri stessi impressi alla base venissero deformati da ulteriori lavorazioni plasmanti della base stessa.
Qui vediamo, in sequenza da sinistra a destra un semilavorato cilindrico a base finita ma senza marchi, uno con i marchi ma ancora senza foro di vampa dell' innesco ed uno al quale è già stata praticata la spalla ed il colletto, con marchi e foro di vampa eseguito. Le ultime fasi di lavorazione erano il trimming finale per la lunghezza e l'esecuzione della scanalatura mediante tornitura.
Questo per quanto riguarda la produzione di bossolame di piccolo calibro, almeno.
IMG_20220730_210231.jpg
IMG_20220730_210314.jpg
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
stecol
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 2373
Iscritto il: 11/04/2007, 11:48
Collezionista: No
cosa: Militari e Civili
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: Roma
Contatta:

Re: punzonatura bossoli

Messaggio da stecol »

Giustamente la marcatura veniva impressa dopo tutte le lavorazioni di stampaggio/estrusione, in modo da evitare interferenze reciproche nell'area del fondello
I fori di vampa e la gola di estrazione erano lavorazioni al tornio che non deformavano il manufatto, la formatura di spalla e colletto interessavano l'area opposta, quindi si, le marcature erano impresse al termine della formatura del bossolo.
AMTT - Armi, Munizioni, Tecniche e Tattiche, tutto il resto .....

Murphy's Law of Combat Operations Rule 22: The easy way is always mined.
Murphy's Law of Combat Operations Rule 43: Military Intelligence is a contradiction.
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5498
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano

Re: punzonatura bossoli

Messaggio da OLD1973 »

Per quanto riguarda invece i bossoli di medio e grosso calibro, con qualche debita eccezione, la marcatura veniva effettuato con una flangia componibile al cui interno erano fissati i timbri (dei punzoni con lettere, numeri, simboli); tale flangia veniva poi messa a contatto con la superficie del fondello e una pressa trasferiva tramite pressione i caratteri, stampandoli sul bossolo.
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Rispondi