Cronaca di un obice da 210/22 mod. 35

Munizioni oltre 20mm
Rispondi
domini

Cronaca di un obice da 210/22 mod. 35

Messaggio da domini »

FORTE BRAMAFAN - ASSOCIAZIONE PER GLI STUDI DI STORIA E ARCHITETTURA MILITARE


, eccovi la cronistoria di un obice da 210/22 modello 1935 "dimenticato" in una caserma di Brescia.

di Pier Giorgio Corino

<< Ci sono voluti quattro anni, ma ne è valsa la pena. La prima notizia della presenza di un non meglio identificato “cannone” abbandonato in una non certa caserma di Brescia data infatti i primi mesi del 2004. Le prime indagini, si riesce a scoprire che si tratta di un obice da 210/22 modello 1935 e che la caserma è la Ottaviani. Si cercano possibili strade e soprattutto capire chi ha in carico il pezzo d’artiglieria: dal 2000 la Ottaviani è stata abbandonata da parte militare e riconsegnata al Ministero delle Finanze. Nell’estate 2004 un visitatore al Bramafam si presenta come presidente dell’Associazione Artiglieri di Brescia, la domanda è d’obbligo: la risposta è affermativa. Nell’ottobre partono le prime lettere di richiesta; nei primi mesi del 2005 l’Agenzia del Demanio di Milano ci comunica di cederci l’obice, invitandoci praticamente di andarlo a prendere, ma in contemporanea si avvia la pratica militare. Da parte dell’Amministrazione Militare si cerca di capire chi l’ha in carico; viene effettuata la denuncia di ritrovamento, poi la pratica da Verona si sposta a Roma e inizia uno scambio burocratico di corrispondenza durato un paio d’anni. Finalmente il 28 novembre 2007 una lettera ufficializza la cessione dell’obice al nostro museo. Bisogna però pagare 820,08 Euro “relative alle spese sostenute dalla amministrazione per la cessione del pezzo”. Evitiamo alcun commento, abbiamo salvato un pezzo di storia, forse, dalle fonderie del bresciano. Dopo una forzata pausa invernale a primavera inizia la vicenda del trasporto. Dopo alcune ricognizioni e accordi, un officina locale effettua lo smontaggio delle code e l’abbassamento forzato della canna. Poi un primo spostamento in attesa della firma del verbale di consegna, parte allora il viaggio in autostrada sino a Bussoleno, dove la polizia stradale blocca il mezzo e lo scorta all’autoporto di Susa. Nonostante lo squarcio nella canna e la targa di demilitarizzazione, dobbiamo inviare copia del verbale. Finalmente riabbiamo il camion che riparte per Bardonecchia. Ci aspetta la parte più problematica: i ponti non reggono, le gru non riescono a sollevare il cannone nel suo insieme, occorre scavalcare la canna e smontare il sottoaffusto. Smontando il tutto finalmente riusciamo a far salire con diversi trasporti le diverse parti, passiamo un sabato mattina a rimontarlo, finalmente il nostro obice è al Bramafam. >>
2008626213013_C_0002.jpg
2008626213154_C_0003.jpg
L’obice nella selva della Caserma Ottaviani e nel corso del suo primo spostamento
200862621340_C_0004.jpg
2008626213641_C_0005.jpg
L’obice in autostrada

Quasi in contemporanea al 210 è arrivato altro materiale dalla Scuola di fanteria di Cesano. Anche qui dopo una prima ricognizione nell’ottobre 2006 e la successiva formale lettera di richiesta, si è innescata una lunga pratica ad ostacoli che solo in questa primavera abbiamo completato, portando al forte tre (uno di questi è stato già restaurato in versione Africa), due cannoncini cal. 38 di produzione cecoslovacca (Prima Guerra Mondiale), tre fucili Stayer mod. M95, due Budapest mod. M95, un Etienne mod. 1916 ed un fucile mitragliatore MAB 38A.

2008626221041_08213950_xs.jpg
Cannone Breda 47/32 mod. 39; restaurato in versione Africa

Torino, 23 giugno 2008


Sito del forte: http://www.fortebramafam.it/

Sito dell'associazione: http://www.arpnet.it/assam/

Sito sulle fortificazioni di Bardonecchia: http://www.bardonecchiafortificata.it/


Saluti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2923
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria

Messaggio da fert »

bravi!!!!!!
complimenti.
Gianfranco

Messaggio da Gianfranco »

A parte le enormi difficoltà logistiche quali trasporto,smontaggio,rimontaggio ecc.ecc. ciò che spaventa più di tutto è la BUROCRAZIA!!
A tutti gli appassionati che curano il Forte Bramafam va quindi il nostro plauso incondizionato per l'impresa di aver salvato altri pezzi storici dalla fonderia.
I "Nuovi Acquisti" sono già esposti ed è possibile vederli?
[ciao2]Gianfranco
Blaster Twins

Messaggio da Blaster Twins »

Queste sono buone notizie!!!
ado

Messaggio da ado »

Concordo..
domini

Messaggio da domini »

Errata corrige:

"fucili Stayer M95" (errore di battitura!(sic!)) >> Fucile Steyr M95 o Budapest mod. M95
Generalmente non si definisce un fucile con il nome della fabbrica seguito dal modello, ma bensì dal nome del costruttore e dal modello (quindi Mannlicher M95 e non Budapest M95, anche se sulla culatta c'è scritto BUDAPEST M95)

<font color="blue">http://www.gbverrina.net/SITO/exordinan ... eyrm95.htm</font id="blue">



Fucile Etienne mod. 1916

<font color="blue">http://www.exordinanza.net/schede/berthier1907_15.htm </font id="blue">



Fucile mitragliatore MAB 38A (errata definizione) >> Moschetto automatico MAB 38A
Definizione stramba, ma così venne chiamato allora per sottolineare il fatto che era più un moschetto con possibilità di tiro semiautomatico e automatico che un fucile automatico od una pistola mitragliatrice quale la sorella minore PM 43.
<font color="blue">
http://digilander.libero.it/garibaldi17/le%20armi.htm</font id="blue">


Saluti
MattyJ

Messaggio da MattyJ »

I pezzi sono già esposti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Gianfranco

Messaggio da Gianfranco »

Grazie della notizia!
Visto che il parco artiglierie del Forte Bramafam si è ulteriormente ampliato un'altra visita si rende indispensabile.
[ciao2]Gianfranco
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5401
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana

Messaggio da Centerfire »

Bel cannone!!
Sarebbe piaciuto anche a me dargli una smontatina, mi mancano i "pezzi grossi"![:D]

Certo che vedere i buchi della fiamma ossidrica fà piuttosto incavolare... cosa si aspettano, che qualceh malintenzionato lo attacchi a rimorchio della Panda per usarlo contro i furgoni del trasporto denaro?

Con materiale del genere occorre una preparazione tecnica e professionale per l'uso che la sola mancanza è una garanzia contro il riutilizzo, o mi sbaglio?
Mica è una pistola!
Rispondi