25pr - 25 pounder - 25 libbre

Il meglio sulle munizioni pesanti
Rispondi
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2923
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 17 volte

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da fert »

magari sarebbe interessante vedere una foto di quella bianca dalla parte interna.
I fumogeni inglesi sono verdi, personalmente non ho mai visto fumogeni dipinti di bianco.
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 764
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 36 volte
Grazie Ricevuti: 14 volte

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da EOD ITALIANO »

fert ha scritto:magari sarebbe interessante vedere una foto di quella bianca dalla parte interna.
I fumogeni inglesi sono verdi, personalmente non ho mai visto fumogeni dipinti di bianco.
A dire la verità nemmeno io, domani faccio foto e poi la posto.
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2923
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 17 volte

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da fert »

EOD, lo diro una volta per tutte, e non vorrei ritornarci ancora.
esistono manuali e tu lo sai bene, dove il materiale è elencato, codificato illustrato. I fumogeni sono verdi, non bianchi. Per cui se incontriamo una granata inglese dipinta in bianco, quella è assolutamente illuminante o da segnalazione. La presenza o meno dei perni di cui parli non puo servire ad identificare il pezzo quando ci sono maggiori elementi che ci aiutano a farlo. Ora se il pezzo in questione è veramente senza perni, sara una variante di cui sopra, ma assolutamente non un fumogeno. Inoltre, quando fai la foto dell'interno, pulisci per bene la cavita dove i perni dovrebbero essere altrimenti non vediamo nulla dalla foto. Fai delle foto nitide, probabilmente i perni sono stati strappati dalla violenza della carica di espulsione.

Stesso discorso per quanto riguarda la tua ultima bomba in cemento. Mi sembra di percepire toni polemici nelle tue righe, e non deve piu succedere. Fino a prova contraria anche quella è una ZC, non una SBe. Le motiviazioni sono state fornite nei post precedenti e non c'è bisogno di ripetersi ancora. Non hai fornito le prove richieste per smentire chi dissentiva dalla tua identificazione. Fino a prova contraria il manuale identifica il pezzo, non le supposizioni.
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA
Grazie Ricevuti: 2 volte

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da wyngo »

...relativamente alle munizioni da 25 libbre anche visivamente, non ci si puo' sbagliare affatto...
Le granate fumogene (e varianti) hanno il fondello ( inferiormente alla corona di forzamento) lungo e rastremato, mentre la illuminante ha il fondello molto basso e a pareti pari.
Inoltre come poi vedremo ci sono differenze strutturali anche se tutte le munizioni sono dei cargo...la granata fumogena ha il tappo di fondello ( che a volte poteva essere in rame)avvitato e bloccato in sito non dai pernetti, ma da piccoli grani avvitati; la granata illuminante invece ha il tappo di fondello inserito a pressione e questo è bloccato in sito da perni in metallo dolce.
Quindi sulle fumogene si trovera' parte del grano avvitato e sulle illuminanti si troveranno forellini con parte del perno...ovviamente dopo il naturale funzionamento e sul lato del fondello.
Infine l'oggetto del topic...
La granata del mistero non è affatto un mistero, almeno per me...è semplicemente, non una variante ma, una munizione facente parte della famiglia delle Cargo da 25 libbre, la TR-BE, ovvero Target Ricognition Base Emission; la colorazione è bianca di fondo, con banda rossa in ogiva e nera sulla fascia di centramento che puo' essere assente...assente pure la stella dell'illuminante sostituita dal cerchio crociato.
Differenza visiva dall'illuminante, è il fondello lungo e rastremato, identico alle altre munizioni cargo ad esclusione dello stesso illuminante che ha invece , come precedentemente esposto, il fondello corto ed a pareti pari.
La munizione aveva l'effetto terminale di marcare il bersaglio per tiri di artiglieria e appoggio aereo, con vivida luce (rossa, verde o gialla) e quantita' di fumo minori del fumogeno vero e proprio per questo impiegati prevalemtemente nella segnalazione notturna; differente il caricamento degli elementi ( S.R. Flare Composition) che sono identici invece nelle dimensioni, a quelli degli altri elementi fumogeni per questioni di equilibri, pesi e ingombro; assente il foro assiale per l'accensione degli elementi che avevano una propria carica di ignizione.
Per informazione, la munizione fumogena aveva gli elementi che potevano produrre fumo colorato rosso, blu, verde o giallo e nella singola munizione erano sempre di un unico colore, che veniva riportato nei contrassegni sulla granata e sulla confezione logistica.
Infine sempre come notizia vi erano illuminanti che non avevano paracadute e altri che normalmente lo avevano, questo per impiegare la munizione illuminante anche come marcatore o da segnalazione.
...dati e relative pagine dei manuali, con immagini esplicative.

Ciao Francesco
RA 1939-45 25 pdr Mk2_Pagina_1.jpg
Inter Service Ammunition and Ammunition Package Markings UK-.jpg

Inter Service Ammunition and Ammunition Package Markings UK 1.jpg
Field Artillery Ammunition- UK.jpg
Field Artillery Ammunition- UK ammo.jpg
Field Artillery Ammunition- UK 1.jpg
Field Artillery Ammunition- UK 2.jpg
Field Artillery Ammunition- UK 3.jpg
Field Artillery Ammunition- UK 4.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 764
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 36 volte
Grazie Ricevuti: 14 volte

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da EOD ITALIANO »

Ho misurato le 2 granate da 88 uk sono alte dal fondello alla base della cavità della spoletta 33 cm, la CORONA DI FORZAMENTO si trova a 6,5 cm di distanza dal fondello ed è alta 2 cm e si vede che non sono di modelli diversi, come si evince da disegno i perni vanno dall'esterno della granata verso l'esterno e se vengono strappati si dovrebbero trovare tracce, dei piccoli fori o parti dei pernetti che in queste granate non ci sono, inoltre, mi dispiace ma non pulisco le cavità dei materiali che poi devo versare come ferro vecchio agli enti competenti, per quanto riguarda il resto riguardante gli 88 uk ha risposto ampliamente Wyngo.

Per quanto riguarda la bomba in cemento, visto che anche questa è anomala, e sicuramente un prototipo che nella documentazione in mio possesso sia in lingua anglofona che in lingua tedesca in originale non ho trovato chiedevo lumi sottolineando alcuni passaggi. (ora polemizzo e potete anche cancellare il post e mandarmi fuori dal forum) IO non sono "SO TUTTO IO SULLE MUNIZIONI E GLI ALTRI NO" Come qualcun altro, IO SONO UN IGNORANTE CHE NON CONOSCE MOLTE COSE E CERCA DI CAPIRE ANCHE SBAGLIANDO SULLA TEORIA

EOD, lo diro una volta per tutte, e non vorrei ritornarci ancora.

Inoltre non credo di aver usato toni minacciosi Fert come tu hai fatto, e qui chiudo la mia discussione.
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5341
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 6 volte
Grazie Ricevuti: 24 volte

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da Centerfire »

La discussione era tranquilla e tale deve rimanere, invito tutti alla moderazione ed a valutare bene le frasi prima di premere "invio".

Siamo qui proprio per portare interrogativi e confrontare dati, ipotesi e conoscenze, alla ricerca delle risposte più attinenti alla realtà documentale. Senza gli interventi, giusti o sbagliati che siano, non si arriva ad una soluzione grandemente condivisa.

Partecipate, lo state facendo bene, ma con il giusto tono. [264
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
sniper
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 353
Iscritto il: 17/11/2005, 0:39
Collezionista: No
cosa: Militari e Civili
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: pistoia

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da sniper »

Scusate ma le fumogene inglesi da 88 mm 25 PDR erano usate anche per il lancio in volo di volantini o sbaglio? Rispetto alle fumogene quelle da "volantinaggio" avevano qualche modifica interna proprio per contenere una carica apposita per l'apertura senza danneggiamenti del contenuto.
FUOCO A VOLONTA'
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA
Grazie Ricevuti: 2 volte

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da wyngo »

...Ciao a tutti.
Le munizioni impiegate per la guerra psicologica, ovvero la dispersione di volantini sulle linee nemiche, si sono sviluppate enormemente quando le sorti della guerra, in particolare nel teatro africano ed europeo, volgevano verso la naturale sconfitta dell'Asse.
Sono state principalmente sperimentate in Africa e successivamente impiegate in ogni luogo del conflitto; i primi sistemi di disseminazione furono quelli aerei ma rimaneva alta l'offesa delle armi antiaeree e si passo' alle munizioni d'artiglieria che avevano il vantaggio di non esporre vite umane all'offesa del nemico.
Si impiegarono le munizioni delle artiglierie piu' diffuse e poste a ridosso delle linee di confrontazione, come il 25 libbre inglese e il 105mm M1 americano...nello specifico le munizioni, che erano a caricamento semifisso, ovvero alle quali potevano essere variate le cariche e la gittata mediante la rimozione di alcune cariche stesse, furono oggetto di una modifica campale per permettere la disseminazione di volantini.
25pounder_inst.jpg
Senza entrare nello specifico, venivano rimossi gli elementi fumogeni e al loro posto venivano inseriti all'interno della cavita' dei rotoli di volantini.
010.jpg
11.jpg
13.jpg
sicily.jpg

Il funzionamento della munizione prevedeva la proiezione della granata e l'attivazione della stessa, durante la traiettoria mediante una spoletta N°221, a doppio funzionamento (tempo pirico, con una miccia interna alla spoletta e/o percussione all'impatto).
25_197-d3bae133d609af66fcc377975bb52cfd.jpg
Il funzionamento a tempo pirico permetteva l'attivazione ( ovvero l'accensione e l'espulsione degli elementi fumogeni o dell'illuminante) durante la traiettoria tramite un meccanismo pirico che veniva selezionato prima della proiezione dall'artigliere, oppure in automatico, la spoletta avrebbe permesso il funzionamento all'impatto, se quello a tempo avesse fallito; in alternativa l'artigliere poteva escludere il funzionamento a tempo, impiegando solo la percussione.
Tsb_No_221B__1_.JPG
rca 2 001.jpg
Questo consentiva di avere una grande flessibilita' nell'impiego delle munizioni e una logistica molto migliorata anche se le spolette a tempo/percussione erano abbastanza costose e non prive di malfunzionamenti.
La spoletta alla fine del tempo preimpostato o all'impatto, generava una fiammata che innescava una carica di accensione ed espulsione, questa accendeva tutti gli elementi fumogeni/illuminanti/flare e contestualmente li espelleva, facendo forza con i gas esplosivi sul fondello della granata stessa, tramite un foro assiale o degli sfiatatoi laterali.
Rimossi in maniera artigianale gli elementi fumogeni e sostituiti con i volantini, la munizione veniva ricomposta e preparata per il tiro, senza altre modifiche; la carica originale di accensione ed espulsione rimaneva in sito e non veniva in alcun modo modificata.
I volantini sono arrivati fino a noi e seppure qualcuno risulta un po "cotto" dalla carica stessa di espulsione, la munizione funzionava in maniera egregia, tanto che per vedere munizioni specifiche da disseminazione volantini, si arrivera' alla guerra di Korea.
Ciao Francesco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5309
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 31 volte

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da OLD1973 »

clap clap clap clap clap clap
[146
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2923
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 17 volte

Re: GRANATE FUMOGENE, ILLUMINANTI E PER VOLANTINAGGIO

Messaggio da fert »

Eod, se ti definisci ignorante di tuo, sta alle critiche e a cio che il moderatore ed altri utenti indicano. Non è la prima volta che scrivi inesattezze e quando ti viene fatto notare reagisci nel modo non consono al forum. Sei pregato di non scrivere in maiuscolo, nei forum cio equivale ad urlare.

Le granate che tu definisci uguali, a me non lo sembrano, in quella in basso è chiaramente visibile la composizione in due pezzi...
Se hai ulteriori problemi scrivimi in privato.
Rispondi