Quesito

Munizioni oltre 20mm
Avatar utente
sven hassel
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 137
Iscritto il: 26/08/2006, 16:30
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna

Quesito

Messaggio da sven hassel »

Curiosità personale:Nella prima puntata di APOCALYPTO sulla II guerra mondiale parlando del T34 veniva detto che alla sua prima comparsa era fermabile solo con l'88 tedesco. Chiederei agli esperti di artiglieria se non c'erano altri calibri a disposizione che fossero efficaci per questo servizio "anticarro" pur magari non nati per quello scopo e/o mezzi disponibili all'inizio della campagna di Russia.
sven hassel
duri a morire
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5404
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana

Re: Quesito

Messaggio da Centerfire »

Bella domanda!
Probabilmente se la sono posta anche i comandi germanici dopo i primi scontri... [icon_246
Non ho documentazione valida in merito, occorre apettare i "guru"...
Peccato che contemporaneamente alla trasmissione su Rete4 ci sia Voyager sul secondo, rimbalzo fra le due e perdo un pò di tutto.... [15
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
jeijei
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 57
Iscritto il: 16/03/2009, 17:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: vicenza

Re: Quesito

Messaggio da jeijei »

da quello ke so io l'88 era nato come cannone da contraerea, poi io africa hanno scoperto che era un ottimo cannone anticarro
CERCARE REPERTI BELLICI E' UNA MALATTIA,UNA BELLISSIMA MALATTIA?

CHIUDIAMO SEMPRE I BUCHI CHE FACCIAMO
Avatar utente
TELLER67
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 239
Iscritto il: 27/01/2009, 21:50
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Venezia

Re: Quesito

Messaggio da TELLER67 »

Beh, ci sarebbe da ragionare, ma l'ora... [47

Chiaramente le munizioni, come i mezzi corazzati, hanno avuto delle evoluzioni.
Diciamo che il motivo per cui determinate granate anticarro non funzionavano contro i T34 è perchè la corazzatura frontale è inclinata in una maniera che queste non trovavano l'angolo ottimale per la penetrazione.
In seguito però i tedeschi hanno sviluppato una serie di proietti perforanti altamente performanti da superare questo deficit.

L'evoluzione tipica era più o meno questa che allego:
5cm_Pak38.jpg
Visto 253 volte
5cm_Pak38.jpg
5cm_Pak38.jpg (55.33 KiB) Visto 253 volte
Da sinistra si può vedere che all'inizio si aveva un proietto diciamo così "common pointed" per usare un americanismo navale, perforante scoppiante (aveva all'interno una piccola carica di alto esplosivo per migliorare le prestazioni perforanti).

Poi si passò ad un proietto con un cappuccio balistico costituito di ferro dolce, che aveva lo scopo di aderire sul bersaglio e fare da base per il proietto perforante, in maniera che non slittasse via (era sempre perforante scoppiante).

Infine adottarono il proietto perforante inerte con una forma a freccia, contenente un nucleo perforante al carburo di tungsteno.
Ne risultava un proietto con alte caratteristiche perforanti, dotato di notevole velocità in quanto aveva una forma molto più aerodinamica ed un peso molto inferiore (peso di proietto perforante 5 cm Pzgr = 2,66 kg; peso proietto 5 cm Pzgr 40 = 0,900 kg).
Si sa che la velocità influisce sulla capacità perforante di un proietto!

Questo è solo un sempio. L'evoluzione c'è stata su tutto il munizionamento anticarro tedesco e anche in parte per il munizionamento dei cannoni di preda bellica che i tedeschi hanno continuato ad impiegare guerra durante.

L'88 mm, invece, molto probabilmente, sopperiva a questo deficit, diversamente dagli altri calibri, perchè il cannone originariamente era nato per il tiro contraereo, per cui era caratterizzato da notevole potenza nel tiro e velocità al vivo di volata.

Ciao
ermanno
Massimo Foti

Re: Quesito

Messaggio da Massimo Foti »

Il 5 cm Pak 38 era già disponibile nella primavera del 1941, ed era in grado di perforare il T-34, anche se non da distanze elevate.

Credo che anche il 47 mm cecoslovacco ed il 47 mm francese di preda bellica lo fossero, ma non so a quale distanze/angolazioni. In ogni caso il numero di questi pezzi non era elevato.

Massimo
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2923
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria

Re: Quesito

Messaggio da fert »

ciao
partiamo dal presupposto che cio che si sente in tv, da qualsiasi programma, nn va mai preso per buono perche o di parte oppure detto senza aver approfondito la cosa.
il tiro frontale è solo una delle modalità di arresto del carro, durante l'addestramento delle truppe veniva insegnato loro di colpire parti piu vulnerabili quali fiancate, cingoli etc...
definire l'88 l'unico in grado di "dialogare" positivamente con un T34 è una grossa cazzata.....passatemi il francesismo.
I tedeschi facevano un intenso uso di granate perforanti ad energia chimica, cioè a carica cava. ogni cannone da campagna e da montagna aveva in dotazione queste granate che potevano tranquillamente fermare un T34.

se cio nn è abbastanza convincente piu tardi posto i dati balistici di alcuni cannoni anticarro a confronto con la corazzatura del T34
Avatar utente
jeijei
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 57
Iscritto il: 16/03/2009, 17:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: vicenza

Re: Quesito

Messaggio da jeijei »

Anche il panzerfaust a carica cava poteva fermare un T34
CERCARE REPERTI BELLICI E' UNA MALATTIA,UNA BELLISSIMA MALATTIA?

CHIUDIAMO SEMPRE I BUCHI CHE FACCIAMO
Massimo Foti

Re: Quesito

Messaggio da Massimo Foti »

jeijei ha scritto:Anche il panzerfaust a carica cava poteva fermare un T34
La discussione fa riferimento al primo apparire del T-34, ovvero estate 1941. Il panzerfaust arrivó parecchio tempo dopo.

Massimo
Avatar utente
TELLER67
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 239
Iscritto il: 27/01/2009, 21:50
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Venezia

Re: Quesito

Messaggio da TELLER67 »

E il 5 cm PaK 38 non ha mai avuto un proietto a carica cava.
In altri calibri si ma in quello no.
E in effetti nel 1941 non so quanti proietti a carica cava ci fossero.

Poi, è vero che io ho citato solo il tiro frontale e non quello di fianco ... o da dietro...
Però il grosso problema con il T 34, al suo apparire, è stato studiare come fare per perforare una corazza frontale con quella inclinazione.

Se pensi che in seguito i tedeschi hanno copiato questo particolare costruendo Panther e Tigre II...

Ciao
ermanno
Massimo Foti

Re: Quesito

Messaggio da Massimo Foti »

Qui ci sono delle tavole, riportate dai libri di Jentz, che nell'ambito dei mezzi corazzati tedeschi è autore degno del massimo rispetto. Hanno il pregio di riportare diversi tipi di proietto ed anche alcuni pezzi di preda bellica:
http://www.panzerworld.net/armourpenetration.html

L'uso della carica cava nei pezzi anticarro sembra non fosse popolare fra le truppe tedesche; lo si evince sia dai report che da alcune memorie. Anche l'industria ebbe migliori risultati con proiettili cinetici, al tungsteno o simili, nonostante la loro efficace diminuisse con la distanza (problema che affliggeva molto meno la carica cava)

La carica cava era era ovviamente la soluzione migliore per i pezzi da campagna nel caso dovessero tirare contro i carri. Credo che Fert si riferisse principalmente a questi.

Massimo

PS Il 5 cm poteva usare il Panzergranate 40 al tungsteno. La sua efficacia è riscontrabile dalle tavole. Tutti sono concordi nel dire che non ve ne erano mai abbastanza.
Rispondi