30,5cm M11-16

Il meglio sulle munizioni pesanti
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2910
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 15 volte

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da fert »

ciao old,
scusami ma il tuo precedente intervento si era sovarpposto ai miei, e non lo avevo notato.
L'innesco come puoi vedere dalle foto era vvitato sul bossolo, non sulla culatta (questo è un metodo tipico della carica a sacchetto)
a giudicare dal bossolo di yuri sembra un normale innesco M98/11, solo sul 42cm austriaco è montato un innesco dedicato marcato 42cm.
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5244
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 27 volte

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da OLD1973 »

Ciao Fert!
Figurati nessun problema.
Il mio primo intervento si riferiva all'innesco dei bossoli AU, il secondo era per l'innesco della tipologia di carica a sacchetto IT. Quindi confermi che per la carica a sacchetto l'innesco era montato direttamente su una sorta di "focone" nella culatta dell'otturatore.
Grazie x la conferma.
Per mia libidine conoscitiva, qualcuno avrebbe foto di innesco italiano o spaccato della culatta, per vederne la relativa sede?
Un caro saluto.
Old
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5244
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 27 volte

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da OLD1973 »

Ho trovato delle mie vecchie foto di inneschi: il ns. Mod.912 (a dx nella seconda foto, e in alto a sx nella prima), e quello che si usava nel caso di bossoli o di culatta?
Grazie!
Old
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2910
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 15 volte

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da fert »

ciao old
l'unico cannello a vite per cariche a sacchetto è quello nella seconda foto, in alto a sx. Non riesco a vedere i marchi, ma sembra italiano.
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5244
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 27 volte

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da OLD1973 »

Ok, molto bene, ora ho capito!
Grazie!
[257 [257 [257
Ps: si i marchi erano italiani, lo ricordo. Sull'altra faccia piana c'erano le iniziali in ovale.
Old1973
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
Yuri
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 260
Iscritto il: 05/04/2009, 16:48
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da Yuri »

ma quindi le cariche a sacchetto venivano innescate da un cannello avvitato direttamente sulla culatta della bocca da fuoco?Come facevano a sigillare ermeticamente la culatta senza un bossolo in ottone elastico?
Ho bene presente cosa succede nelle armi di piccolo calibro,ma non ho neanche idea delle pressioni che sviluppano per i calibri di artiglieria!
scusate se faccio domande ovvie?
ciao yuri
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2910
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 15 volte

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da fert »

ciao a tutti
vi pregherei per il futuro di non andare ulteriormente fuori tema con domande o foto che non sono inerenti all'argomento trattato.
Grazie

@yuri: prova a cercare nel forum, avevo fatto un topic esaustivo sulla descrizione di obici e cannoni, dove veniva trattato anche questo argomento.
Nei cannoni che non utilizzano un bossolo metallico, quindi con carica a sacchetto, l'accensione è data da un cannello che viene avvitato, oppure inserito, nella culatta. Tale sistema inventato dal Francese De Bange nel 1880, garantiva la chiusura ermetica tramite un otturatore a vitone sul quale era inserito un cuscinetto di grasso e amianto che veniva compresso dall'esplosione.
Avatar utente
Yuri
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 260
Iscritto il: 05/04/2009, 16:48
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da Yuri »

Ok.......ci lasciamo sempre trasportare troppo!
Cerco nei vecchi post!

Grazie e scusate ancora
yuri
Avatar utente
Holster
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 3
Iscritto il: 06/12/2011, 20:48
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Oltre 20mm
Nazionalita: Altro

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da Holster »

Cari Amici, sotto l'albero di Natale ho trovato questo bell'oggetto che cercavo da un po' di tempo. La superficie è ossidata, ma credo sarete d'accordo sulla mia scelta di non apportare modifiche. In caso contrario non esistate a darmi i vostri suggerimenti.
Auguri a Tutti.
1 IMG_4662 bis.jpg
2 IMG_4666 bis.jpg
3 IMG_4663 bis.jpg
4 IMG_4674 bis.jpg
5 IMG_4676 bis.jpg
6 IMG_4677 bis.jpg
305bis (Custom).jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5274
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 17 volte

Re: 30,5cm M11-16

Messaggio da Centerfire »

Bello davvero!

Per la pulizia ci sono poche strade, la cosa importante è non snaturare il pezzo eliminando la patina che lo impreziosisce.
Ti occorre una confezione di pagliette di lana di acciaio da cucina, quelle fatte a bigodino, finissime, vendute in sacchetti da 12.
Un paio di guanti di gomma resistenti agli olii (ideali quelli in nitrile).
Una bottiglia di petrolio bianco detto anche "petrolio lampante".
Molti litri di "olio di gomito" e questi devi fornirli te! [icon_246

Inizia con l'interno per fare pratica e "braccio".
Versa in una ciotolina un pò di petrolio, bagna la paglietta ed iniziando dal bordo e scendendo verso il fondo avanza con moto circolare.
La pressione che fai con la mano regola la quantità di ossido che asporti, se insisti molto puoi arrivare all'ottone lucido. Sciacqua la paglietta ed ogni tanto la superfice lavorata (sempre col petrolio) in modo da valutare l'entità del lavoro.
Una volta ripulito l'interno (sei fortunato non è un bossolo alto un metro e venti...) avrai sufficente esperienza per passare all'esterno.
Contrariamente a quanto si potrebbe pensare la paglietta di acciaio è piuttosto delicata e si regola molto bene l'intensità del lavoro, io la uso addirittura sulle palle in piombo! [264
Il petrolio anche se puzza un pò è ottimo come lubrificante e detergente per questo tipo di lavorazioni. L'acqua lascia sempre aloni ed innesca nuove ossidazioni.

Quando avrai iniziato con l'interno facci sapere il risultato e come procede il lavoro! [264
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Rispondi