consigli e indicazioni utili

Ricarica e calibrazione

carcano

Messaggio da carcano »

Gentile Absolut (marca di vodka vero ?) non devi scuse. Mi auguro che tu voglia trasferire l'esperienza in materia di ricarica anche su questo forum.
Peccato davvero che Bonzani non abbia pubblicato un libro sulla ricarica, mi sarebbe piaciuto averlo; per anni ho letto i suoi studi di ricarica sulle riviste (anzi dovrei dire sulla rivista) del settore e ritengo che, almeno nel nostro Paese, sia da considerare davvero un esperto in materia.
Se hai provato palle in lega nella ricarica del 6,5 carcano, che impressione ne hai avuto ? mantengono una buona precisione alle comuni distanze dei cento e duecento metri ? perchè avrei intenzione di iniziare ad usarle. Se hai consigli in merito sono ben accetti.
Puoi fornire l'indicazione dell'armeria ove è disponibile la W. 760, magari ci faccio un giro ( e ti ringrazio per la gentile disponibilità ).
In merito alla V. 140 ho avuto modo di vedere sulle linee di tiro alcuni frequentatori che tiravano con Carcano in 6,5 con ricariche fatte con la detta polvere; mi è semprato doveroso informarli del pericolo. Purtroppo negli ultimi tempi, forse perchè verso la nostra cartuccia l'interesse stà crescendo sempre di più, ho visto vari articoli pubblicati da blasonate riviste del settore che, in base alle mie modeste esperienze, rappresentano un vero pericolo. Personalmente ho usato la Tubal 5000 nei fucili 91/41 e 91/38 senza avere problemi ed anzi con ottimi risultati, ma solo perchè le rigature erano quelle normali; al contrario in un moschetto TS che ha la rigatura progressiva gli inneschi hanno dato segni di pressioni alte e quindi mi sono subito fermato.
Cordialità. Carcano
Avatar utente
Absolut
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 24
Iscritto il: 29/09/2005, 1:25

Messaggio da Absolut »

carcano ha scritto:
Absolut (marca di vodka vero ?)
Si... ottima vodka svedese :-)
Per quanto riguarda Andrea Bonzani, di libri sulla ricarica ne ha scritti e sono decisamente validi.
A memoria dovrebbero essere tre libri, autore Andrea Bonzani, pubblicati dalla Editrice San Sebastiano SAS.
Il primo, che e' quello fondamentale, e' "tecnica della ricarica", e sono libri che si trovano abitualmente in armeria.
Anche all'Armeria GMB di San Marino dove sabato scorso avevano sullo scaffale almeno 10 scatole di polvere Winchester 760.
Confesso che quello che mi fa paura della ricarica del Carcano e' la possibilita' di trovare la canna ritubata in calibro diverso, utilizzando canne in calibro 6,5 Mauser svedese che accettano solo la palla da .264. Le si riconosce perche' hanno sei principi di rigatura anziche' quattro.
Mi fa molta paura anche la possibilita' che si tratti di un fucile inertizzato che e' stato riportato in uno stato di apparente funzionalita'.... molti anni fa, quando fu finalmente possibile detenere i fucili 91, era obbligatorio che fossero inertizzati, con dei perni passanti nella camera di cartuccia che avrebbero dovuto garantirne l'inertizzazione IRREVERSIBILE.
Ma nel frattempo i prezzi sono saliti (e di molto!) e negli ultimi anni ho visto spesso dei 91 (perlopiu' commercialmente ricercati, come gli Armaguerra Cremona) che erano stati inertizzati e che "qualcuno" ha rimesso in condizioni di funzionalita' rivendendoli.
Se devo dire che mi fido ad utilizzare un fucile con una camera di cartuccia dove fino a qualche mese fa c'erano quattro perni d'acciaio passanti... beh, sudo freddo al solo pensiero.
Ma questo e' quello che offre il mercato, a meno che non si sia pazienti :-(
carcano

Messaggio da carcano »

Alcuni anni fa acquistai da un privato un bellissimo 91 lungo Roma 1918 ed un bel 91/38 in 7,35 arsenale di Gardone VT (entrambi discretamente rari e precatalogo). Ebbene, dopo aver pulito le canne che presentavano rigature stupende traguardando dalla culatta mi ero accorto di due segnetti circolari all'inizio dei principi di rigatura. Esaminato con più cura si rivelavano essere dei forellini. In sintesi le due armi erano state disattivate con il perno passante, presumo dall'arsenale, poi qualcuno furbo lo aveva tolto, saldato l'esterno del foro e dopo aver pareggiato la superfice aveva ritoccato con il brunilampo. Ovviamente le ho restituite al mittente. Tra l'altro mi risulta che in circolazione ve ne siano non pochi di questi fucili.
Aggiungo che come collezionista di carcano li cerco in perfette condizioni, possibilmente non ricondizionati dagli arsenali e, magari, precatalogo. Ovviamente mi sono munito di una formidabile dose di pazienza ed ogni tanto riesco a trovare dei pezzi molto belli a cifre accettabili. Cordialità. Carcano
Avatar utente
Absolut
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 24
Iscritto il: 29/09/2005, 1:25

Messaggio da Absolut »

carcano ha scritto:
Alcuni anni fa acquistai da un privato un bellissimo 91 lungo Roma 1918 ed un bel 91/38 in 7,35 arsenale di Gardone VT (entrambi discretamente rari e precatalogo). Ebbene, dopo aver pulito le canne che presentavano rigature stupende traguardando dalla culatta mi ero accorto di due segnetti circolari all'inizio dei principi di rigatura. Esaminato con più cura si rivelavano essere dei forellini. In sintesi le due armi erano state disattivate con il perno passante, presumo dall'arsenale, poi qualcuno furbo lo aveva tolto, saldato l'esterno del foro e dopo aver pareggiato la superfice aveva ritoccato con il brunilampo.
Purtroppo di questi fucili ne trovo in giro sempre di piu'...
Di recente su tre diversi Armaguerra che ho avuto in mano... tutti e tre avevano subito questa sorte, e due erano anche stati totalmente ribruniti con un successivo trattamento per renderli un po' "vissuti".
La disattivazione del fucile veniva fatta da armerie esterne abilitate alla costruzione di armi da guerra, che acquistavano i fucili in condizioni "sparanti" e li disattivavano per poterli vendere in Italia.
Pensa a quelli che acquistavano i 91... li pagavano, li dovevano custodire con le stesse cautele delle armi sparanti, occupavano un posto tra le armi comuni, ed erano inertizzati e non potevano quindi spararci!
Avatar utente
iwottopq
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 60
Iscritto il: 26/03/2013, 11:56
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Tropea, Prov. di VV

Re: consigli e indicazioni utili

Messaggio da iwottopq »

Ciao a tutti.
Mi permetto di riaprire questa discussione in quanto è in procinto di arrivare un '91 in 7.35x51. Mentre la faccenda relativa ai bossoli non mi preoccupa non così la reperibilità delle palle. Volendo ricaricare le cartucce dove vi è la possibilità di reperire le palle del diametro di .300 ???
Grazie in anticipo.
Ciao
Nino
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7325
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 10 volte
Grazie Ricevuti: 18 volte

Re: consigli e indicazioni utili

Messaggio da Andrea58 »

iwottopq ha scritto:Ciao a tutti.
Mi permetto di riaprire questa discussione in quanto è in procinto di arrivare un '91 in 7.35x51. Mentre la faccenda relativa ai bossoli non mi preoccupa non così la reperibilità delle palle. Volendo ricaricare le cartucce dove vi è la possibilità di reperire le palle del diametro di .300 ???
Grazie in anticipo.
Ciao
Nino
Ho cercato sui vari siti americani ma di 300 veri non ho trovato traccia. Mi sa chè l'unica per potere sparare è trafilarsele in proprio.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7325
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 10 volte
Grazie Ricevuti: 18 volte

Re: consigli e indicazioni utili

Messaggio da Andrea58 »

Andrea58 ha scritto:
iwottopq ha scritto:Ciao a tutti.
Mi permetto di riaprire questa discussione in quanto è in procinto di arrivare un '91 in 7.35x51. Mentre la faccenda relativa ai bossoli non mi preoccupa non così la reperibilità delle palle. Volendo ricaricare le cartucce dove vi è la possibilità di reperire le palle del diametro di .300 ???
Grazie in anticipo.
Ciao
Nino
Ho cercato sui vari siti americani ma di 300 veri non ho trovato traccia. Mi sa chè l'unica per potere sparare è trafilarsele in proprio.
Naturalmente è meglio aggiungere che trafilarmele sarebbe quello che farei io ( Mc Gyver) nella tua situazione senza sapere però i risultati pratici. Non voglio avere il tuo 91 sulla coscienza [110.gif [110.gif
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
iwottopq
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 60
Iscritto il: 26/03/2013, 11:56
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Tropea, Prov. di VV

Re: consigli e indicazioni utili

Messaggio da iwottopq »

Ciao a tutti.
Ciao Andrea. Anche intorno a me aleggia lo spirito di McGyver che mi guida verso imprese disperate!!! La trafilatura è la strada che senza dubbio seguirò anche perchè mi sarà utile non solo per trafilare le palle FMJ ma anche quelle in lega che mi faccio da me.
Grazie ancora.
Ciao
Nino
Avatar utente
Absolut
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 24
Iscritto il: 29/09/2005, 1:25

Re: consigli e indicazioni utili

Messaggio da Absolut »

Per una serie di ragioni ho smesso di sparare con le lunghe di grosso calibro, e le mie incursioni sulle linee lunghe si limitano ormai ai calibri .22, .222 e .223.
Fatta questa premessa, posso ricordare che quando ricaricavo il 7,35 avevo utilizzato ameno due distinti tipi di palle.
Le prime me le aveva procurate il buon Edoardo Riccò, titolare della Stitra di Torino, prima di cedere l'attività a passare a miglior vita.
Ho l'impressione che contattando la Stitra qualcuno con un po' di buona volontà possa andare a trovare qualche palla rimasta, visto che non mi pare che esista poi tutta questa richiesta di palle in questo calibro!
L'altro tipo di ricarica che facevo era con palle Big Bullet importate da Bignami, che compravo alla GMB sammarinese (ora scomparsa).
A memoria mi pare che si trattasse di palle FMJ, ma adesso vedo sul sito dell'Armeria Ceccoli della Repubblica di San Marino che ci sono disponibili palle soft point per il 7,35 Carcano marcate Big Bullet, e sono delle 129 grani.
http://armeriaceccoli.com/bossoli/palle ... point.html
Suggerirei di sentire Ceccoli, e magari sentire con la propria armeria di fiducia se Bignami abbia ancora a listino quelle palle...
Se pensi di usare palle cast… suggerisco MOLTO vivamente di usare il gas check!
(iwottopq… è quello che penso io? Come iw6aln o iz6sfa ?)
Avatar utente
Eniac
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5324
Iscritto il: 20/06/2009, 9:53
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Abruzzo
Grazie Inviati: 70 volte
Grazie Ricevuti: 6 volte
Contatta:

Re: consigli e indicazioni utili

Messaggio da Eniac »

Absolut ha scritto:........(iwottopq… è quello che penso io? Come iw6aln o iz6sfa ?)
Accidenti , non ci avevo pensato , io sono IW6OWW [264
Copyright © CeSIM Munizioni 2021. All Rights Reserved.
Rispondi