Ma usavano le nostre cartucce??

Area relax e discussioni
Rispondi
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7455
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Località: Cuggiono-Lombardia

Ma usavano le nostre cartucce??

Messaggio da Andrea58 »

So che sembra una fesseria ma gli inglesi usavano le nostre 7,7 quando le avevano sottomano?
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
Eniac
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5693
Iscritto il: 20/06/2009, 9:53
Località: Abruzzo
Contatta:

Re: Ma usavano le nostre cartiucce??

Messaggio da Eniac »

Beh , ormai penso sia una cosa assodata che tutti gli eserciti non si facessero grossi problemi a sparare munizionamento diciamo cosi "di recupero" , nella fattispecie poi parliamo praticamente della stessa munizione non vedo perché non avrebbero dovute bruciarle.
Copyright © CeSIM Munizioni 2023. All Rights Reserved.
Avatar utente
kanister
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 491
Iscritto il: 16/08/2007, 17:53
Località: Savona

Re: Ma usavano le nostre cartiucce??

Messaggio da kanister »

Proviamo a girare la domanda, anche se so che la risposta è più ovvia, vista la nostra cronica mancanza di tutto: noi sparavamo le cartucce inglesi nelle nostre armi quando ne trovavamo?
ciao, g.u.
Avatar utente
stecol
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 2375
Iscritto il: 11/04/2007, 11:48
Località: Roma
Contatta:

Re: Ma usavano le nostre cartiucce??

Messaggio da stecol »

Si, ma dove le trovavano ? In definitiva il 7,7 lo usava solo la RA nelle SAFAT e nelle Scotti di quel calibro, salvo qualche vecchia Lewis che poteva essere ancora in giro.

Poi non saprei nemmeno dire se le maglie dei nastri italiani erano compatibili con quelli delle Browning inglesi, anche se è molto probabile perchè tutte queste armi usavano un nastro metallico disintegrabile derivato, se non identico, a quello messo a punto nel 1917-18 per le Vickers aeronautiche.
Diverso il discorso delle "padelle" delle Lewis che non potevano essere montare sulle Vickers K (GO).
Quindi per un uso terrestre avrebbero dovuto smontare i nastri (du' palle !!) o scaricare i tamburi (anche peggio) e riutilizzarle sulle loro armi; ma in caso d'emergenza tutto fa brodo.

Gli Italiani invece il .303 lo trovavano ovunque, depositi, postazioni, aeroporti, relitti di veicoli o d'aereo e addirittura anche di nave; quindi riutilizzare armi e munizioni di SMB era prassi consolidata.
Si dice che durante la corsa verso el-Alamein le motozattere della Regia fossero letteralmente costellate di Vickers K catturate a Tobruk e ci sono molte foto di Italiani (e anche tedeschi) con in dotazione FM Bren che sembra fosse molto apprezzato.

Ciao
Stefano
AMTT - Armi, Munizioni, Tecniche e Tattiche, tutto il resto .....

Murphy's Law of Combat Operations Rule 22: The easy way is always mined.
Murphy's Law of Combat Operations Rule 43: Military Intelligence is a contradiction.
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7455
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: Ma usavano le nostre cartucce??

Messaggio da Andrea58 »

Ho fatto una domanda scema. [142 [142
Adesso mi viene in mente la storia dei milioni di 9 M38 catturati in Africa che gli inglesi volevano utilizzare per il nascituro Sten e che furono fatti esplodere da una "gentile signorina" spinta da motivi patriottici.
Se non ricordo male la cosa creò non pochi problemi dato che li colse impreparati.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Rispondi