12,7x99 (.50 Browning) Inglesi

Munizioni fino a 20mm
Rispondi
Avatar utente
Aorta10
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 1227
Iscritto il: 09/10/2005, 10:15
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Emilia Romagna

12,7x99 (.50 Browning) Inglesi

Messaggio da Aorta10 »

Utilizzate principalmente per uso aereo e navale, si tratta a tutti gli effetti di cartucce realizzate secondo i canoni Inglesi, che ben poco (oltre il calibro) hanno a che fare con gli standard costruttivi Americani. Non è chiaro il motivo per cui la produzione di palle si sia sviluppata autonomamente rispetto alle versioni Statunitensi, alcune fonti attribuiscono la realizzazione di questi proiettili ad un studio Anglo-Canadese risalente ai primi anni ’30. Sicuramente alcuni modelli Made in Canada che ho potuto esaminare hanno le medesime palle utilizzate per le munizioni Inglesi…
Sebbene le forniture Americane di cartucce di questo calibro a favore dell’Inghilterra dal ‘39 al ‘45 furono considerevoli e continue, dalla metà del 1940 la G.Bretagna intraprese in modo deciso la produzione delle proprie .50 Browning (12,7x99).
Circa il 8% delle cartucce fabbricate durante la guerra sono uscite dagli stabilimenti Inglesi.

Il bossolo è in ottone con innesco Berdan, da Sinistra:

Ordinaria, con palla in tombacco e anima in acciaio dolce.
Perforante, con palla in tombacco e anima in acciaio indurito (punta Verde)
Tracciante, con palla in tombacco contenente la miscela tracciante (punta Rossa)
Tracciante notturno, con palla in tombacco contenente la miscela tracciante (punta Grigia)
Incendiaria, con palla in tombacco contenente un cilindro forato in acciaio dolce con all’interno la miscela solida incendiaria (punta Blu)
Manipolazione

Da Notare la differenza del tracciante Americano rispetto a quello Inglese, provvisto alla base del tipico dischetto in ottone utilizzato nella produzione delle stesse palle da 12,7x80 Vikers.
Allegati
12,7GB6.jpg
Visto 248 volte
12,7GB6.jpg
12,7GB6.jpg (48.91 KiB) Visto 248 volte
12,7GB5.jpg
Visto 248 volte
12,7GB5.jpg
12,7GB5.jpg (15.24 KiB) Visto 248 volte
12,7GB4.jpg
Visto 248 volte
12,7GB4.jpg
12,7GB4.jpg (28.37 KiB) Visto 248 volte
12,7GB3.jpg
Visto 248 volte
12,7GB3.jpg
12,7GB3.jpg (15.43 KiB) Visto 248 volte
12,7GB2.jpg
12,7GB1.jpg
Visto 248 volte
12,7GB1.jpg
12,7GB1.jpg (25.01 KiB) Visto 248 volte
Avatar utente
fb64
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 583
Iscritto il: 25/07/2012, 16:43
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze

Re: 12,7x99 (.50 Browning) Inglesi

Messaggio da fb64 »

Come sempre sei una fonte inesauribile di conoscenze e di materiale da visionare [264 [264
Avatar utente
Eniac
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5626
Iscritto il: 20/06/2009, 9:53
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Abruzzo
Contatta:

Re: 12,7x99 (.50 Browning) Inglesi

Messaggio da Eniac »

Splendidi pezzi Aorta, come sempre i miei complimenti. [264
Copyright © CeSIM Munizioni 2021. All Rights Reserved.
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7520
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: 12,7x99 (.50 Browning) Inglesi

Messaggio da Andrea58 »

Eniac ha scritto:Splendidi pezzi Aorta, come sempre i miei complimenti. [264
Condivido. Mi deve arrivare una manipolazione inglese delle solite scanalate. Appena arriva la posto.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Dago Wop

Re: 12,7x99 (.50 Browning) Inglesi

Messaggio da Dago Wop »

Considerazione molto interessante. Probabilmente gli inglesi iniziarono nel 1940 una produzione autonoma perché fu da quell'anno che iniziarono ad acquisire aerei Made in USA (soprattutto caccia Curtiss), che avranno largo impiego nel Middle East (cioè Nordafrica e Mediterraneo). Evidentemente non volevano correre il rischio di rimanere senza un minimo di munizioni per quei loro aerei, se non fossero riusciti a garantire l'approvvigionamento regolare da oltre Atlantico a causa degli U-Boote.

La mia domanda, a questo punto, è:

c'era differenza, dal punto di vista qualitativo e dell'efficacia, tra il munizionamento originale e quello britannico? Come va interpretata, in particolare, la frase di Aorta "ben poco (...) hanno a che fare con gli standard costruttivi Americani"?

Grazie
Avatar utente
Eniac
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5626
Iscritto il: 20/06/2009, 9:53
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Abruzzo
Contatta:

Re: 12,7x99 (.50 Browning) Inglesi

Messaggio da Eniac »

Dal punto di vista dell'efficacia direi che non ci sia grande differenza , Aorta si riferiva allo standard qualitativo della realizzazione che , Come è risaputo, è molto piu elevato nelle produzioni Inglesi.
Copyright © CeSIM Munizioni 2021. All Rights Reserved.
Rispondi