...in vendita ma sconosciuta...

Bombe da mortaio-Bombarde
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da wyngo »

...trovata per caso in rete...se qualcuno ha qualcosa da aggiungere, in quanto risulta si' in vendita, ma attualmente è sconosciuta.

http://www.delcampe.net/page/item/id,13 ... escription

Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7491
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: ...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da Andrea58 »

dai Francesco non stà mica mentendo, per lui è sconosciuta. A me sembra roba nostra
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: ...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da wyngo »

...ahahahahahahahhaah Andrea, certo che se la mette in vendita senza sapere cosa è davvero e di conseguenza, cosa vale...è davvero un dilettante!
Le foto sono anche scadenti ma credo che danno una certa idea del materiale...il colore complica un po le cose ma di certo non si tratta

di materiale alieno [17 [17 [17 .

E' una bomba da mortaio da 81mm di fattura europea...la spoletta, se tale è quell'accrocco, è strana e i colori sono da verificare.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
stecol
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 2381
Iscritto il: 11/04/2007, 11:48
Collezionista: No
cosa: Militari e Civili
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: Roma
Contatta:

Re: ...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da stecol »

Si, si, decisamente sconosciuta .... [rotola] [rotola] [rotola]

Bomba da 81, francese, lo stile e la posizione di punzonature e stampigliature non lasciano dubbi.

Ho qualche dubbio che sia da eserciazione, l'ogiva gialla e bocchino giallo stanno ad indicare un caricamento con esplosivi "nitres", vale a dire melinite, tnt o xylite (trinitrometaxylene).

Se le prime lettere stampigliate in bianco sul corpo sono NX, la carica di scoppio e' nitrato d'ammonio e xylite.

Ciao
Stefano
AMTT - Armi, Munizioni, Tecniche e Tattiche, tutto il resto .....

Murphy's Law of Combat Operations Rule 22: The easy way is always mined.
Murphy's Law of Combat Operations Rule 43: Military Intelligence is a contradiction.
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 808
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO

Re: ...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da EOD ITALIANO »

La colorazione sembra quella NATO, fondo verde, in questo caso un verdone e la banda gialla sull'ogiva ad indicare HE alto esplosivo, potrebbe essere una bomba da mortaio post bellica verniciata con i colori Nato quando il paese che la possedeva ha aderito alla Nato stessa.
. . . Fino alla fine
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 808
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO

Re: ...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da EOD ITALIANO »

. . . dimenticavo, ogivetta (raccordo su cui viene montata la spoletta) e le alette sono tipiche delle bomba da mortaio di produzione ITALIANA.
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
stecol
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 2381
Iscritto il: 11/04/2007, 11:48
Collezionista: No
cosa: Militari e Civili
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: Roma
Contatta:

Re: ...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da stecol »

La colorazione è quella francese prebellica che non ha niente a che vedere con quella NATO, il corpo aveva una colorazione grigio-azzurra simile al "bleu orizon" delle uniformi francesi, anche se sbiadita si riconosce facilmente.
Il giallo dell'ogiva oltre ad indicare un caricamento ad alto esplosivo, in congiunzione con la stessa colorazione dell'ogivetta indica la presenza di xylene.

Nessuna sorpresa che governale e ogivetta siano identiche a quelle italiane, le munizioni italiane per MoMe da 81 sono strettamente derivate da quelle francesi sia nel caso di questa bomba, che nel caso delle 81 a Grande Capacità.

I materiali dei corpi bomba sono gli stessi per ambedue le nazioni, ghisa acciaiosa per le P.C. e acciaio per le G.C.
Anche le spolette italiane erano fortemente ispirate ai modelli francesi, soprattutto le IR-81 Mod. 35.

La spoletta presentata nelle foto rimane per ora sconosciuta, anche se qualcosa del genere credo di averlo già visto da qualche parte, forse ricollegato alla trasformazione di munizionamento di artiglieria in mine. Indagherò.

Ciao
Stefano
AMTT - Armi, Munizioni, Tecniche e Tattiche, tutto il resto .....

Murphy's Law of Combat Operations Rule 22: The easy way is always mined.
Murphy's Law of Combat Operations Rule 43: Military Intelligence is a contradiction.
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: ...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da wyngo »

...a completamento, aggiungo che gli italiani nelle munizioni da mortaio da 81 mm M35, a piccola capaciatà, hanno costruito anche bombe a caricamento speciale ( oleum quale nebbiogeno, fosforo rosso quale incendiario e fosforo bianco quale fumogeno incendiario) e anche a liquidi speciali ( cloropicrina come irritante, fosgene come soffocante e molto probabilmente anche iprite come vescicante) con la piccola variante che i corpi bomba non erano prodotti in ghisa acciaiosa ma in acciaio e nei contrassegni, presentavano sul codolo la fascia verde al posto di quella nera.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
chaingun
Iscritti Ad Honorem
Iscritti Ad Honorem
Messaggi: 1265
Iscritto il: 09/08/2011, 19:05

Re: ...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da chaingun »

Oooooh! Finalmente ho una spiegazione per la bomba G.A. che trovai anni fa (vuota, ovvio), di produzione Innocenti del 1939, che aveva appunto l'anello verde intorno al codolo, anziché nero! Quindi, caricamento speciale? Confermi?
Per quanto riguarda l'oggetto del topic, concordo, trattasi di materiale francese. Ricordo anche che il mortaio da 81 che fu adottato in Italia nel 1935 non era di concezione nazionale ma, appunto, prodotto su licenza Brandt.
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 808
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO

Re: ...in vendita ma sconosciuta...

Messaggio da EOD ITALIANO »

chaingun ha scritto:Oooooh! Finalmente ho una spiegazione per la bomba G.A. che trovai anni fa (vuota, ovvio), di produzione Innocenti del 1939, che aveva appunto l'anello verde intorno al codolo, anziché nero! Quindi, caricamento speciale? Confermi?
Per quanto riguarda l'oggetto del topic, concordo, trattasi di materiale francese. Ricordo anche che il mortaio da 81 che fu adottato in Italia nel 1935 non era di concezione nazionale ma, appunto, prodotto su licenza Brandt.

La fascia verde e quella nera , sul codolo nelle bombe da mortaio e sopra la corona di forzamento nelle granate d'artiglieria indica la costituzione del materiale di cui è composto l'ordigno, come detto da Wingo, verde: acciaio, nera: ghisa acciaiosa, non centrano nulla a riguardo il caricamento interno delle bombe da mortaio o granate di artiglieria, questo ovviamente se parliamo di munizionamento ITALIANO riferito alla seconda guerra mondiale, il caricamento interno del munizionamento italiano era verniciato dopo il 1931 sulla parte ogivale, ogiva rosso minio HE, ogiva rosso carminio INCENDIARIO, ogiva nera FUMOGENO, ogiva GIALLA CARICAMENTO CHIMICO, per quanto riguarda poi il tipo di impiego, vi erano delle fasce colorate sotto la fascia di centramento delle granate e delle fasce presa gas delle bombe da mortaio, fascia arancione GRANDE CAPACITA', fascia kaki SEMI PERFORANTE, fascia bianca PERFORANTE - , fascia azzurra CONTRAEREI, fascia bigio azzurrino A FRAMMENTAZIONE, fascia nera EP-EPS (Hollow charge).
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Rispondi