Ma come testavano il munizionamento???

Area relax e discussioni

Rispondi
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7246
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 9 volte
Grazie Ricevuti: 14 volte

Ma come testavano il munizionamento???

Messaggio da Andrea58 »

La ditta X produce un nuovo proiettile anticarro e lo vuole vendere. Logicamente doveva fermare un carro e se erano ammanicati potevano farsene "prestare" uno dal proprio esercito per le prove distruttive. Poi c'erano le piastre balistiche e tanta teoria. Però poteva anche essere che il tuo esercito fosse dotato di scatole di sardine e certo non potevi andare da un possibile futuro nemico chiedendo "Scusa non è che mi presteresti...". Inoltre il nemico mica sbandierava la produzine di un nuovo carro "A prova di 75 mm".
Ma come potevano avere la certezza di avere prodotto una munizione valida?? Sparare ad una lastra di acciaio statica non è lo stesso che tirare ad un carro in movimento.
Quello che fermava uno Sherman faceva il solletico ad un Tigre. Andavano per eccesso inteso come: "con un 75 forse ti fermerei percui ti sparo con un 90 o con un 105??"
Parlo naturalmente di allora e non alla luce delle scoperte recenti.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5244
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 27 volte

Re: Ma come testavano il munizionamento???

Messaggio da OLD1973 »

Fornivano eserciti in lotta da qualche parte del mondo con forniture coperte, facendo loro testare gli effetti dei loro studi sulla carta e sulle piastre sul carro "vero" , ed il gioco era fatto. Poi sbandieravano il risultato positive, o tacevano il fallimento del test.
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7246
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 9 volte
Grazie Ricevuti: 14 volte

Re: Ma come testavano il munizionamento???

Messaggio da Andrea58 »

OLD1973 ha scritto:Fornivano eserciti in lotta da qualche parte del mondo con forniture coperte, facendo loro testare gli effetti dei loro studi sulla carta e sulle piastre sul carro "vero" , ed il gioco era fatto. Poi sbandieravano il risultato positive, o tacevano il fallimento del test.
Mi aspettavo risposte "agghiaccianti" come la tua dato che sospettavo la stessa cosa. Quello che però mi da da pensare è che già durante la guerra di Spagna si fecero test sul campo contro i carri repubblicani forniti dai russi. Non posso immaginare che gli attentissimi tedeschi non ipotizzassero che i russi non mandassero laggiù il meglio nè che non stessero progettando/collaudando blindati migliori. Loro stessi lo stavano facendo. Nel 41 i russi avevano già il T 34 progettato però parecchio prima e con già un 76 come armamento principale.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
fb64
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 563
Iscritto il: 25/07/2012, 16:43
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze
Grazie Ricevuti: 1 volta

Re: Ma come testavano il munizionamento???

Messaggio da fb64 »

Andrea58 ha scritto:
OLD1973 ha scritto:Fornivano eserciti in lotta da qualche parte del mondo con forniture coperte, facendo loro testare gli effetti dei loro studi sulla carta e sulle piastre sul carro "vero" , ed il gioco era fatto. Poi sbandieravano il risultato positive, o tacevano il fallimento del test.
Mi aspettavo risposte "agghiaccianti" come la tua dato che sospettavo la stessa cosa. Quello che però mi da da pensare è che già durante la guerra di Spagna si fecero test sul campo contro i carri repubblicani forniti dai russi. Non posso immaginare che gli attentissimi tedeschi non ipotizzassero che i russi non mandassero laggiù il meglio nè che non stessero progettando/collaudando blindati migliori. Loro stessi lo stavano facendo. Nel 41 i russi avevano già il T 34 progettato però parecchio prima e con già un 76 come armamento principale.
Sicuramente nel giochino entravano anche, a piene mani, i servizi segreti e il controspionaggio fornendo o lasciando trapelarre informazioni acquisite in campo avverso. [icon_246 [icon_246
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 745
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 26 volte
Grazie Ricevuti: 11 volte

Re: Ma come testavano il munizionamento???

Messaggio da EOD ITALIANO »

Solo negli ultimi anni (almeno 20) è nata la problematica di valutare gli effetti di una carica cava su un carro in movimento, prima i carri
quando dovevano sparare si fermavano, infatti nell'esercito vi era il detto : "carro fermo, carro morto" perché in quel momento diventava vulnerabile
quindi non si ponevano il problema e collaudavano le cariche cave su piastre fisse, con l'aiuto della tecnologia oggi i carri sparano in movimento con puntamento stabilizzato, per questo sono stati inventati i missili contro-carro per poter seguire il carro che si sposta e ovviamente con maggiore efficacia, visto che anche la corazza dei carri si è evoluta per non essere danneggiata dai suddetti missili, sia i missili contro carro che le corazze dei carri si evolvono di pari passo, di corazze c'è ne sono diversi tipi, quelle chobam (cariche esplosive poste all'esterno del carro), composite, spaziate, con ceramica ed infine all'uranio impoverito, nei missili contro carro sono state aggiunte altre cariche cave in alcuni ne troviamo 2 messe in tandem in alcuni altri 3 cariche cave, oppure l'aggiunta di una semisfera in gomma che migliora la penetrazione delle corazze chiamato "Diabolo".

Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Ma come testavano il munizionamento???

Messaggio da wyngo »

[quote="EOD ITALIANO"]Solo negli ultimi anni (almeno 20) è nata la problematica di valutare gli effetti di una carica cava su un carro in movimento, prima i carri
quando dovevano sparare si fermavano, infatti nell'esercito vi era il detto : "carro fermo, carro morto" perché in quel momento diventava vulnerabile
quindi non si ponevano il problema e collaudavano le cariche cave su piastre fisse, con l'aiuto della tecnologia oggi i carri sparano in movimento con puntamento stabilizzato, per questo sono stati inventati i missili contro-carro per poter seguire il carro che si sposta e ovviamente con maggiore efficacia, visto che anche la corazza dei carri si è evoluta per non essere danneggiata dai suddetti missili, sia i missili contro carro che le corazze dei carri si evolvono di pari passo, di corazze c'è ne sono diversi tipi, quelle chobam (cariche esplosive poste all'esterno del carro), composite, spaziate, con ceramica ed infine all'uranio impoverito, nei missili contro carro sono state aggiunte altre cariche cave in alcuni ne troviamo 2 messe in tandem in alcuni altri 3 cariche cave, oppure l'aggiunta di una semisfera in gomma che migliora la penetrazione delle corazze chiamato "Diabolo".

Ciao a tutti...
...Aldo hai fatto un po confusione ...le Chobam è una corazza stratificata basata su un sandwich, tutt'ora segreto, di vari strati di materiali compositi tra cui ceramiche, gomma, acciaio e altro, che si oppone mediante la dispersione dell'energia, alle munizioni anticarro, anche di penetratori cinetici (APFSDS-T), oltre che delle munizioni ad energia chimica (HEAT/MP).
http://en.wikipedia.org/wiki/Chobham_armour

Le corazze reattive sono, come giustamente hai detto comunque, delle scatole contenenti lamine metalliche che foderano una carica esplosiva, che detonano se sottoposte ad impatti cinetici di ogni tipo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Corazza_reattiva
I missili anticarro si sono evoluti non solo con l'aumento delle testate ma anche con l'angolazione a 90°, delle stesse teste di guerra che, nelle versioni piu' evolute , attaccano i bersagli dall'alto in volo livellato, come si vede nel video, provocando semplicemente la deflagrazione violenta ed incontrollabile del deposito munizione del carro e la sua conseguente distruzione.
http://izismile.com/2012/02/23/tow_miss ... t_wow.html

...infine il famoso Diabolo, che per i profani risultera' sconosciuto...è una soluzione ideata dagli sviluppatori del missile Milan e HOT, che sperimentando miglioramenti, cercavano di ottimizzare la detonazione delle teste di guerra dei due missili e scoprirono che un disco di gomma speciale posto alla base della carica cava, che si opponeva debolmente all'esplosione del detonatore, "disturbava" la propagazione dell'onda detonica, migliorandola e facendo detonare meglio e simultaneamente tutta la carica cava, con ovvie positive ricadute sulla capacita' di perforazione della stessa.
Nuovo Presentazione di Microsoft Office PowerPoint_Pagina_1.jpg
Nuovo Presentazione di Microsoft Office PowerPoint_Pagina_2.jpg
Ciao Francesco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 745
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 26 volte
Grazie Ricevuti: 11 volte

Re: Ma come testavano il munizionamento???

Messaggio da EOD ITALIANO »

Sempre esauriente e preciso come sempre Wingo [264 clap
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Ma come testavano il munizionamento???

Messaggio da wyngo »

Grazie Aldo...la mia è solo un'integrazione ad una piacevole ed interessante discussione!
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5276
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 17 volte

Re: Ma come testavano il munizionamento???

Messaggio da Centerfire »

E' bello leggere queste discussioni, c'è storia e tecnologia insieme! [151
Grazie ragazzi! [264
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Rispondi