Il coltello per compagno

Area relax e discussioni

Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da wyngo »

...infine ma solo per dettaglio...il soldato ha piu' di una lama...
Ne ha una piccola, in genere affilatissima e sempre pulita, che usa spesso solo per mangiare ( Opinel, Pattada o Arburesa, etc) ; una seconda piu' tecnica, di dimensioni maggiori e in genere con apertura automatica o rapida, sempre a portata di mano in un portacaricatori da pistola o a Velcro, sul giubbotto antiproiettile o sul Combat-Jacket; infine la Multi-Tool o anche diverse di queste, sempre a portata di mano, in portacaricatori multipli, sul Combat-Jacket.
Ricordo per spirito critico che il soldato combatte con quello che ha addosso, sopravvive con quello che ha nell'uniforme e svolge la missione con il contenuto dello zaino...
Quindi, oltre alle favole dei film americani, il soldato che lavora indossa, oltre all'elmetto ( circa 3kg + supporto visore notturno e occhialoni) ,il nuovo giubbetto anti proiettile NC4-09 introdotto nel 2004 ma distribuito ampiamente solo nel 2010, con piastre rigide, in ceramica e compositi, Classe IV (7,62 mm perforante), per un peso di circa 8 kg; poi un kit di pronto soccorso ( peso circa 1kg) una nutrita serie di 12 caricatori per AR/ARX ( o similari per MINIMI) + almeno tre per pistola; fondina, portacaricatori e GPS, spesso un telefono satellitare, almeno due piccole bottiglie d'acqua (quando è a terra), stick luminosi visibili e IR, luci strobo e due fumogeni, granate per il 40mm (o bombe a mano) e relativi portamunizioni, radio personale, oltre all'equipaggiamento tecnico di specialita' ...e mi fermo qui per non sembrare pesante...ma credo che capirete ( oltre al fatto che non ho menzionato affatto lo zaino ) che lo stesso soldato, da anni, ha deciso di portare addosso quello che realmente serve...e il coltellaccio non è tra questi accessori vitali.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5280
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 17 volte

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da Centerfire »

Risposte molto interessanti e stuzzicanti, ci sarebbe da parlarne per giorni! [151

Un conto sono i prodotti supertecnici ed un'altro le necessità sul campo. Ho notato anche io l'enorme quantità di attrezzature e materiali che un soldato operativo di sede portare indosso e spesso mi sono domandato se fosse tutto necessario oppure solo un'obbligo "di legge", in confronto al taffetano dei talebani... [1334

Solo in rare occasioni ho potuto vedere di persona i prodotti della Extrema Ratio e in quei casi sono sbiancato per i prezzi. A loro discolpa devo testimoniare che le lavorazioni ed i materiali sono al top della tecnologia, nulla risparmiando. Se poi sono effettivamente utili ed impiegabili solo chi ci lavora lo potrà testimoniare (per questo mi è piaciuto aprire la discussione sui coltelli).

Non porto mai con me una lama nella vita quotidiana ma in casa ho sempre sottomano un Opinel N°8 che acquistai più di trenta anni fa alla Standa e che ben affilato ha sempre svolto egregiamente tutti i ruoli che gli ho imposto. Poi ci sono quelli comperati per diletto e che svernano nelle scatole della raccolta, generalmente coltelli da tasca che siano legati ad una località od una tradizione.

Fuori tema un paio di lame che mi hanno attirato come una calamita, ecco le foto:

Uno studio per la baionetta italiana della Fox, poi abortito
DSCF0013.jpg
Lama "corposa"...
DSCF0016.jpg
Coltello da combattimento prodotto in Russia, al momento non ricordo la ditta produttrice, preso alla mostra dell'Artigianato dove c'era lo stand del produttore.
Mi ricordo solo che la città è famosa per la produzione di lame e l'azienda per quelle militari (matricolato)...
DSCF1110.jpg
DSCF1117.jpg
Aggiungo anche questo "skinner" dell'Aitor, preso in Spagna nell'88.
Interessante attrezzo multiuso leggerissimo e sottile, molto affilato.
Mio fratello ne ha uno identico che lo ha accompagnato per tutto il periodo che ha militato nella Folgore, a Siena. [264
E' piu grande di quanto appaia, circa 18 centimetri.
DSCF4037.jpg
DSCF4039.jpg
Vediamo se da questo topic salta fuori qualcosa di interessante da mettere in collezione... [icon_246
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da wyngo »

...spesso i prodotti tecnici e altamente tecnologici sono alla base delle necessita' del soldato ( es: luci strobo-light visibili e IR; scarpe con suole anti idrocarburi/antiscivolo con suole antiperforazione)...ma non voglio andare OT...
I pesi e il numero crescente di materiali che il soldato deve portare al seguito sono pura necessita', non vi sono obblighi, salvo i materiali ovvi come quelli di armamento...come si evince dalla breve ma esplicativa lista (presa dalla mia check-list personale pre-missione) si tratta di materiali vitali minimi per lo svolgimento di una missione media di pattugliamento/supporto e comprendono esclusivamente cio' che si porta agganciato al combat-jacket che in alcuni casi, come in Iraq, arrivava a pesare oltre 28kg.
Relativamente ai "talebani" ma piu' correttamente "insurgents" o "insorti", in quanto la dizione talebano si applica solo agli studenti coranici o appartenenti al movimento di base fondamentalista coranico, non è corretto visualizzarli con il solo vestito arabo...il fatto di considerarli combattenti rivoluzionari non implica affatto "l'andare leggeri" ovvero non avere equipaggiamento oltre all'onnipresente AK e varianti.
Il combattente medio ha sempre l'arma individuale, (...quando non anche un RPG-7 e razzi in zaino a spalla) con una nutrita scorta di munizioni, trasportate in semplici ma efficienti corsetti pettorali autocostruiti, in genere anche bombe a mano e solo talvolta dei lanciagranate...assenti gli elmetti ma ultimamente compaiono sempre piu' giubbetti antischegge/antiproiettile...diciamo che sia avvicinano ai combattenti dell'ISIS che pero' in genere rispetto agli insurgents afghani medi risultano meglio e piu' pesantemente equipaggiati.
Tornando alle lame, Centerfire, i prodotti da te citati sono il top o nel top della categoria (anche nei prezzi) e sono largamente stressabili nelle attivita' sul terreno ma personalmente e anche da parte di amici e colleghi, posso suggerire delle eccezionali e ottime alternative, testate spesso sul campo e nella vita di tutti i giorni... ovviamente e come per tutte le cose che implicano usi specifici, ognuno puo' prendere spunto ma poi si regola in base alle esigenze e alle tasche...
I soldati in genere ma quelli del Genio in particolare, portano spesso pieghevoli e piccole lame fisse nelle attivita' operative e addestrative ( e pietre abrasive per mantenerli efficienti) , è un retaggio del coltello tattico che veniva distribuito fino a 10 anni fa a tutti i genieri...Opinel, spesso inox, pattade ed arburesa, anche altri modelli in genere usati per mangiare o effettuare piccole operazioni giornaliere...oppure la onnipresente Leatherman, come dicevo prima.

http://www.gerbergear.it/
http://www.benchmade.com/products/produ ... lass=Black
http://www.randallknives.com/catalog-models/ ( visti ad alcuni piloti USA e SF Usa)
P1250135.JPG
Alcuni esempi di lame da lavoro...
...alla estrema destra e sinistra, due pieghevoli Gerber immacolati ma con diverse missioni ( quello a sx è la versione firmata dall'esperto di avventure outdoor in una nota serie su DMAX); accanto al fodero marrone, un Benchmade americano, pieghevole ad apertura automatica con sicura, è per me un punto di riferimento come lama da lavoro ( sempre efficiente anche tra polvere e sabbia, lama liscia/seghettata, non perde mai il filo e la parkerizzazione è impressionante); accanto uno stiletto Gerber, efficacissimo e affilatissimo anche se di dimensioni ridotte, con fodero a clip in resistentissima plastica( prende posto sul jacket, zona renale, occultato alla vista...nei lavori in ginocchio e a terra è molto comodo raggiungerlo e poi rimetterlo a posto); infine la Leatherman 200, in acciao chirurgico, con i becchi accorciati e molati, per renderli piu' robusti ( modifica di officina assistenza Leatherman) e la splendida Leatherman MUT EOD, regalo di Puma e altri amici, un attrezzo eccezzionale e funzionale che dovrebbe essere dotazione individuale.
Magari se fate i bravi, vedrete gli altri...scherzo...faro' un po di foto...
Ciao Francesco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da wyngo »

I modelli da te postati sono davvero belli ed efficienti, in particolare lo skinner Aitor, che ho anche io in altra variante, è splendido ( fodero in cordura resistente e sicuro) e spesso lo porto in mare con eccellenti prestazioni nello sventramento dei pesci e desquamatura...solo che dopo lo lavo per quarti d'ora perche' , nonostante la qualita' marina dell'acciaio, ho paura di perderlo!
Sul materiale Fox posso dire che sono lame oneste, efficaci ed all'altezza dei loro prezzi...il progetto di baionetta per l'EI è affondato perche' la baionetta stessa è la cosa piu' superflua ( e costosa) in un'arma individuale, infatti moltissimi eserciti l'hanno dismessa...non ha ricadute efficaci, pesa e se la perdi, rischi la galera...io personalmente non la porto nemmeno all'estero ( come la maniglia di trasporto e il bipiede )...hanno fatto bene a riciclare le vecchie baionette dei FAL per gli AR-70/90!
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da wyngo »

...come gia' esposto e per essere coerente, vi mostro questo bell'esemplare di lama FOX, l'EXAGON in ottimo acciaio 440S, fodero in nylon e cordura.
Un bel pezzo ma che ho tenuto inutilizzato, causa le dimensioni generose e a volte decisamente ingombranti ma che ha risposto al meglio quando impiegato.
Lo consiglio perche' privo di impugnatura e di parti che si possono perdere/rompere, il paracord che riveste l'impugnatura poi puo' essere sempre utile senza pregiudicare l'uso della lama...il filo è robusto e la protezione camo della lama, molto pratica.
P1250138.JPG
P1250144.JPG
...il tutto versione attuale "Je suis Charlie" [110.gif ...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5280
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 17 volte

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da Centerfire »

Bellissimi pezzi quelli da te postati, Wingo...
Specialmente la pinza MUT della Leatherman è notevole. [151
Anche l'ultima lama appare molto funzionale e robusta e direi di prezzo accessibile alla maggioranza di noi.
Io possiedo una pinza Victorinox accompagnata nel fodero da una chiave ad "L" per inserti intercambiabili ed una selezione degli stessi.
Mi accompagna durante le mie giornate di servizio al poligono in occasione delle gare e devo dire che diverse volte mi è servita per togliere dagli impacci qualche tiratore in difficoltà. Certo l'uso che faccio io dei coltelli non è paragonabile a quello vostro, per questo ritengo prezioso questo scambio di informazioni.
Ho ricordato che dietro il fodero del Kondor avevo applicato una targhetta con il sito del produttore:
http://www.kizlyar.ru/products/kondor

Purtroppo è tutto in russo... [0008024

Ah, nel 2012 mentre partecipavo alle finali a Milano ho approfittato dello stand Bignami per comperare questo, costava veramente pochissimo e credo che le sue prestazioni siano al livello del prezzo... però l'aspetto è molto accattivante! [17
http://www.carl-walther.de/cw.php?lang= ... oduct=1010
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
giorgio16
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 780
Iscritto il: 08/03/2012, 19:45
Collezionista: No
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Provincia di Bologna.
Grazie Inviati: 10 volte

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da giorgio16 »

Complimenti a entrambi per le vostre belle lame.
Ne ho alcune anche io, prese per portarle durante le "gite all'aperto" o solo per il piacere di averle. [151
In questo pc ho solo le foto delle ultime arrivate come autoregalo per natale.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Se qualcuno deve morire per la Patria, che sia il nemico a farlo, non tu.

Skype Me™!
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da wyngo »

Complimenti vivissimi per il pieghevole Giorgio , di una casa che personalmente considero notevole...la piccola CRKT in Oregon, stato americano che si ricorda per la Leatheman ma questo gioiellino di Kit Carson, produce delle vere chicche che ho imparato ad apprezzare all'estero, da amici oltremare...
Un bel pezzo davvero...ottima impugnatura e le "orecchie" della lama sono utili come guardia e per aprirla e chiuderla; la lama a profilo "tanto", è robustissima.
...Centerfire... ricordo con piacere la Victorinox per la sua eccezionale robustezza e per la finitura e affidabilita' degli accessori, la chiave per gli inserti è stata poi ripresa anche da altre case piu' blasonate ma per noi ( in generale) è un po pesante...ma so che chi la usa, oltre al peso, non si lamenta mai!
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
giorgio16
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 780
Iscritto il: 08/03/2012, 19:45
Collezionista: No
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Provincia di Bologna.
Grazie Inviati: 10 volte

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da giorgio16 »

Oggi sono tornato in possesso del pc fisso e posso mettere le foto delle mie lame migliori.
Alcune non erano in condizioni ottimali quando le ho fotografate.
PA26003_800x600.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Se qualcuno deve morire per la Patria, che sia il nemico a farlo, non tu.

Skype Me™!
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5280
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 17 volte

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da Centerfire »

Ahh Giorgio, vedo che ti tratti benino! [151

Al tuo confronto io sono un principiante... [icon_246

Hai dei pezzi particolari, procurati tramite armeria o sei andato sul posto? [17

Ho tutti coltelli da tasca "normali" a parte quelli che ho inserito ed un "pukko" finlandese...
Per le escursioni uso un Victorinox col blocco della lama, della serie "grande". Ha tutti gli accessori ceh mi servono e con il suo fodero in cuoio sta alla cintura senza disturbarmi.

Comunque ho messo in raccolta anche i militari svizzero e spagnolo... [264
DSCF0979.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Rispondi