Il coltello per compagno

Area relax e discussioni

Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5252
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 27 volte

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da OLD1973 »

FORSE va' bene per tentare una difesa in extremis dall'attacco di uno squalo.
Sapevo dell'esistenza di un arpione, lanciabile da un fucile subacqueo, che funzionava con lo stesso principio: all'impatto il gas fuoriusciva dalla punta e lacerava i tessuti del pescione, causando danni ed emorragie.
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5280
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 17 volte

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da Centerfire »

Performante come coltello, cred oche tutti i corpi speciali ne abbiano uno, per gonfiare il nemico come faceva 007! [rotola]

Immagino che le prestazioni della lama siano pari se non superiori a quelle della ER... [icon_246

Le lance da squali erano armate anche con speciali cartucce cal .38 a salve, il gas generato dall'esplosione lacera molti tessuti nel pescione. [264
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Il coltello per compagno

Messaggio da wyngo »

...una soluzione econimica, ultradecennale e letale...lupara subacquea con cartucce calibro 12.
https://www.youtube.com/watch?v=KY7S9QZhxUU
...e potete ammirare gli effetti terminali devastanti su tonni oceanici che sono peggio di squali affamati.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Rispondi