7,62 x 51 MATCH

Munizioni fino a 20mm
Avatar utente
fb64
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 582
Iscritto il: 25/07/2012, 16:43
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da fb64 »

Ultime informazioni, ricevute da uno dei diretti interessati, come precisato da Wyngo i CC nel 1991 non erano ancora forza armata separata, e quindi ricevevano le forniture dall'Esercito, attualmente le gestiscono direttamente e i tiratori scelti utilizzano munizioni provenienti dallo standard commerciale, almeno per quanto riguarda punzonature e confezionamento.
Cosi mi è stato riferito.
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5404
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da Centerfire »

chaingun ha scritto:ne sono prive anche le munizioni per tiratori scelti della Hirtenberger (quelle con la punta laccata fucsia) che, in effetti, sono state fornite solo a livello militare e di polizia.
Quelle me le ricordo benissimo pure io!
Stavo facendo le esercitazioni al tiro nel campo di tiro (non si può definire poligono) sulla spiaggia di Campolongo (Battipaglia) quando arrivarono dei furgoni della Polizia di Stato (od al momento così mi parve...)
Avevano dei fucili semiauto austriaci ma la cosa che mi colpì maggiormente fu la punta dei proiettili laccata in viola. [151

Concordo con gli altri che la fornitur sia militare ma non riportante il logo NATO in quanto si discosta per alcuni particolari dalla specifiche del capitolato.
Probabilmente la polvere, l'innesco, la palla stessa hanno qualche differenza per non dimenticare che la sola assenza della sigillatura (necessaria nell'impiego bellico ma peggiorativa nel tiro di precisione) giustifica il motivo.
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
giovanni
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 2039
Iscritto il: 22/04/2005, 1:08
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto - Padova - Italy
Contatta:

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da giovanni »

Fb grazie per le info e conferme [264
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da wyngo »

Centerfire ha scritto:
chaingun ha scritto:ne sono prive anche le munizioni per tiratori scelti della Hirtenberger (quelle con la punta laccata fucsia) che, in effetti, sono state fornite solo a livello militare e di polizia.
Quelle me le ricordo benissimo pure io!
Stavo facendo le esercitazioni al tiro nel campo di tiro (non si può definire poligono) sulla spiaggia di Campolongo (Battipaglia) quando arrivarono dei furgoni della Polizia di Stato (od al momento così mi parve...)
Avevano dei fucili semiauto austriaci ma la cosa che mi colpì maggiormente fu la punta dei proiettili laccata in viola. [151

Concordo con gli altri che la fornitur sia militare ma non riportante il logo NATO in quanto si discosta per alcuni particolari dalla specifiche del capitolato.
Probabilmente la polvere, l'innesco, la palla stessa hanno qualche differenza per non dimenticare che la sola assenza della sigillatura (necessaria nell'impiego bellico ma peggiorativa nel tiro di precisione) giustifica il motivo.
Il rispetto dello STANAG NATO, per un produttore, è molto pressante e dispendioso e va dal volume esatto delle confezioni logistiche esterne a la compatibilita' con i carichi pallettizzati per i velivoli e veicoli NATO...oltre alla assoluta inalterabilita' chimica, fisica e merceologica di tutti i materiali...
La sigillatura non serve prettamente all'impiego bellico od operativo ma particolarmente per aumentare il periodo di stoccaggio delle munizioni e allungare gli intervalli di visita chimica, stabiliti dal produttore.
...il fatto che ai tiratori comprino munizioni al commercio, sta ad indicare che non solo non è molto conveniente produrne di identiche a norma NATO ma che è molto piu' semplice ( ed economico) fare una gara d'appalto a licitazione privata, molto snella e libera per ogni Corpo speciale o specialita' d'Arma (come i tiratori dei CC o della Polizia di Stato).
Relativamente ai tiratori di FFAA ci sono diverse scuole di pensiero che vanno per la maggiore a seconda delle mode o delle disposizioni dall'alto del momento...per molte armi si usano munizioni match solo per allenamento particolare, specialistico, in missione...per il resto si impiegano munizioni comuni, anche regolamentari (come per il Barrett e le armi in 308), diverso è il caso dei 338 e similia.
Il personale ha a disposizione munizionamento regolamentare speciale (match) sia di capitolato che acquistato al commercio, la stessa cosa vale per il munizionamento spezzato.
Alla fine parliamo di numeri risibili nel contesto del munizionamento leggero...che difficilmente scadono per tempo o per alterazioni chimiche, in quanto vengono impiegate normalmente nell'anno solare...almeno nelle FFAA.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5404
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da Centerfire »

Risposta esaudientissima arrivata!
Ringrazio di cuore Guido T. responsabile del Caricamento presso la SMI che ha chiarito i nostri interrogativi! [146

"La risposta al quesito è per me molto facile e mi ha dato l'occasione di ricordare tempi passati e anche felici.
Furono fornite al Pirotec. Esercito Capua nel 1999 nel quantitativo di 100.000 pezzi (data del collaudo di accettazione 21 dicembre 1999 secondo i miei appunti!).
La scatola conteneva cartucce allestite con bossoli cal. 7,62 Nato ,ma sen ben ricordo, senza il simbolo della croce nato sul fondello.
Le pallottole, come imposto dalle norme contrattuali, furono importate dagli USA, dalla SIERRA in 2 versioni, mi sembra da 52GR e da 54 GR.
A seguito di prove balistiche forse furono impiegate quelle da 52GR.
Feci analisi dimensionali e di peso constatando che la produzione Sierra non era certamente superiore alla nostra.
Le specifiche contrattuali erano più ristrette rispetto alla normale produzione, erano destinate al tiro di precisione.
Ora la domanda la faccio io: da dove salta fuori questa scatola? Ci sono ancora le cartucce dentro?
per ora cari saluti
Guido"

Invio risposta e foto munizione... [264
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
fb64
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 582
Iscritto il: 25/07/2012, 16:43
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da fb64 »

Centerfire ha scritto:Risposta esaudientissima arrivata!
Ringrazio di cuore Guido T. responsabile del Caricamento presso la SMI che ha chiarito i nostri interrogativi! [146

"La risposta al quesito è per me molto facile e mi ha dato l'occasione di ricordare tempi passati e anche felici.
Furono fornite al Pirotec. Esercito Capua nel 1999 nel quantitativo di 100.000 pezzi (data del collaudo di accettazione 21 dicembre 1999 secondo i miei appunti!).
La scatola conteneva cartucce allestite con bossoli cal. 7,62 Nato ,ma sen ben ricordo, senza il simbolo della croce nato sul fondello.
Le pallottole, come imposto dalle norme contrattuali, furono importate dagli USA, dalla SIERRA in 2 versioni, mi sembra da 52GR e da 54 GR.
A seguito di prove balistiche forse furono impiegate quelle da 52GR.
Feci analisi dimensionali e di peso constatando che la produzione Sierra non era certamente superiore alla nostra.
Le specifiche contrattuali erano più ristrette rispetto alla normale produzione, erano destinate al tiro di precisione.
Ora la domanda la faccio io: da dove salta fuori questa scatola? Ci sono ancora le cartucce dentro?
per ora cari saluti
Guido"

Invio risposta e foto munizione... [264
Mica tanto esaudiente la risposta, il peso delle palle al quale fa riferimento Guido è delle 5,556 e non delle 7,62. Per il resto torna tutto, quella montata sembra proprio una palla sierra appena ho un attimo la smonto e posto foto della palla e della polvere con realtivi pesi.
Riccardo ringrazia Guido per averci comunque chiarito questo dubbio sulla destinazione del lotto di munizioni
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7493
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da Andrea58 »

Ho parlato con il mio conoscente che ha fatto i corsi e relativo servizio nel 2003. Loro usavano cartucce 7,62 di normale dotazione per il tiro di "riscaldamento/informale" mentre per l'addestramento serio ed il tiro "vero" cartucce Lapua.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5404
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da Centerfire »

Andrea58 ha scritto:Ho parlato con il mio conoscente che ha fatto i corsi e relativo servizio nel 2003. Loro usavano cartucce 7,62 di normale dotazione per il tiro di "riscaldamento/informale" mentre per l'addestramento serio ed il tiro "vero" cartucce Lapua.
Non potevamno fare altrimenti, la SMI l'avevano fatta chiudere! [1334

Io invece usavo le Lapua per allenamento e le RWS in competizione! [17

in cal .22... [0008024
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
berettofilo
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 635
Iscritto il: 04/09/2013, 14:33
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Artiglieria
Nazionalita: Altro
Località: Rapallo

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da berettofilo »

Centerfire ha scritto:
Andrea58 ha scritto:Ho parlato con il mio conoscente che ha fatto i corsi e relativo servizio nel 2003. Loro usavano cartucce 7,62 di normale dotazione per il tiro di "riscaldamento/informale" mentre per l'addestramento serio ed il tiro "vero" cartucce Lapua.
Non potevamno fare altrimenti, la SMI l'avevano fatta chiudere! [1334

Io invece usavo le Lapua per allenamento e le RWS in competizione! [17

in cal .22... [0008024
RWS R50...the best [151 [151 [151 [151
......Lo strano destino della pallottola, che bruciando nasce e bruciando muore......
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: 7,62 x 51 MATCH

Messaggio da wyngo »

Andrea58 ha scritto:Ho parlato con il mio conoscente che ha fatto i corsi e relativo servizio nel 2003. Loro usavano cartucce 7,62 di normale dotazione per il tiro di "riscaldamento/informale" mentre per l'addestramento serio ed il tiro "vero" cartucce Lapua.
[110.gif [110.gif [110.gif bastard
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Rispondi