Mina Anticarro TMRP-6

Mine anticarro-antiuomo
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da wyngo »

Oggi parliamo di una vecchia bestia nera degli sminatori (...e non solo... [110.gif ) di tutto il mondo…
uu.JPG
Visto 238 volte
uu.JPG
uu.JPG (389.99 KiB) Visto 238 volte
La mina anticarro ad azione combinata controscafo/controcingolo TMRP-6, è stata una sgraditissima sorpresa per tutti gli equipaggi di mezzi cingolati e blindati che vivevano ed operavano, a loro dire, in alta sicurezza, in ambienti ostili nelle operazioni di Peace Keeping balcaniche.
TMRP-6_01.jpg
Visto 238 volte
TMRP-6_01.jpg
TMRP-6_01.jpg (716.88 KiB) Visto 238 volte
E come mai?...
Intanto c’era (…e c’è tuttora…) una elevata disinformazione a livello globale riguardo agli effetti reali di una mina anticarro contro un veicolo blindato/corazzato sia esso ruotato che cingolato…la copertura, nelle idee di alcuni alti ufficiali, servirebbe a non demoralizzare troppo gli stessi equipaggi carri che, in genere, posti davanti a documenti e immagini inerenti agli effetti terminali normali di una mina controcingolo di piccole/medie dimensioni su un cingolato , semplicemente passano dall’incredulita’ , alla insofferenza passiva, pensando ancora adesso di essere sempre i piu’ protetti ed inattaccabili di tutti i soldati.
Purtroppo l’esperienza irakena, sia bellica che di peace-keeping e successivamente i conflitti a bassa intensita’ in ogni parte del mondo e attualmente, in particolare in Afghanistan, Cecenia, Ucraina e Siria hanno esattamente dimostrato il contrario.
4948174715_5ecb518261_b.jpg
Visto 238 volte
4948174715_5ecb518261_b.jpg
4948174715_5ecb518261_b.jpg (766.72 KiB) Visto 238 volte
Gli equipaggi dei blindati e corazzati, siano essi ruotati che cingolati, se non appoggiati pesantemente dalla fanteria appiedata, sono facili bersagli e in combattimento rimangono facili prede di mine o di ordigni improvvisati piazzati in punti obbligati.
Ovviamente non dovevamo arrivare al 2015 per fare affermazioni cosi’ ovvie, ce lo dice la storia…in Africa e durante la battaglia di Kursk in particolare, ricordando anche la Normandia e la Campagna d’Italia, i mezzi corazzati hanno dovuto sviluppare nuove tecniche, tattiche e versioni speciali degli stessi veicoli corazzati ( come i carri sminatori, in tutte le loro versioni) per contrastare sia le nuove tecnologie controcarro portatili ma in particolare le mine anticarro che si svilupparono in diverse tipologie e con l’impiego dei primi materiali amagnetici o a bassa segnatura magnetica.
293235478_3fb286d0a5.jpg
Visto 238 volte
293235478_3fb286d0a5.jpg
293235478_3fb286d0a5.jpg (169.44 KiB) Visto 238 volte
i435131.jpg
Visto 238 volte
i435131.jpg
i435131.jpg (29.13 KiB) Visto 238 volte
Mine-Exploder-T9E1.jpg
Visto 238 volte
Mine-Exploder-T9E1.jpg
Mine-Exploder-T9E1.jpg (327.29 KiB) Visto 238 volte
mmu_get_jpeg.php.jpg
Visto 238 volte
mmu_get_jpeg.php.jpg
mmu_get_jpeg.php.jpg (35.83 KiB) Visto 238 volte
La mina, costruita con una joint-venture svedese , venne omologata dalle Forze Armate Federali Yugoslave ed entro’ in servizio come mina terrestre seminabile con accenditore anti-shock .
La peculiarita’ di questo ordigno, non solo una semplice mina anticarro contro-scafo ( ovvero con l’impiego di un’asta detta tilt-rod ) e contro-cingolo, era che univa a questi funzionamenti, l’effetto di perforazione terrificantemente efficace, garantito dalla proiezione di un disco di acciaio.
P1000912 f.jpg
Visto 238 volte
P1000912 f.jpg
P1000912 f.jpg (882.3 KiB) Visto 238 volte
mine-6-tmrp-6-a3-12.jpg
Visto 238 volte
mine-6-tmrp-6-a3-12.jpg
mine-6-tmrp-6-a3-12.jpg (88.78 KiB) Visto 238 volte
TMRP-6_02.jpg
Visto 238 volte
TMRP-6_02.jpg
TMRP-6_02.jpg (823.01 KiB) Visto 238 volte
L’effetto ( che non era quello detto “Munroe-Neumann”, https://en.wikipedia.org/wiki/Shaped_charge ovvero la carica cava) era il ben piu’ prestante effetto “Miznay-Schardin” , che si esplicava nella proiezione mediante l’effetto della deformazione, indotta dalla detonazione di un’esplosivo nobile , di una piastra di materiale metallico.( https://en.wikipedia.org/wiki/Misznay%E ... din_effect )
La piastra, sottoposta alle sollecitazioni meccaniche, chimiche e pressorie della detonazione, si deformava assumendo la forma di un proiettile che viaggiava nello spazio a velocita’ tra 1 e 2 km/s aprendo, all’impatto col bersaglio, letteralmente uno spazio tra le molecole del metallo delle corazze.
Magari sembra fantascienza ma sono meglio conosciute come EFP ( Explosively Formed Projectile) oppure come SFF (Self Forging Fragments) ( https://en.wikipedia.org/wiki/Explosive ... penetrator )
https://www.youtube.com/watch?v=tW_qw-TJ7fE e da anni purtroppo proficuamente impiegate contro i mezzi delle Forze della Coalizione in Iraq e Afghanistan.
Contro questo tipo di munizioni improvvisate dalle enormi capacita’ di penetrazione e di gittata ( a differenza della carica cava che ha specifici parametri di funzionamento, le EFP sono efficienti ed efficaci fino a decine di metri dal punto origine dell’esplosione) attualmente non vi è alcuna misura di protezione efficiente o efficace.
bradleyburningtopview.jpg
Visto 238 volte
bradleyburningtopview.jpg
bradleyburningtopview.jpg (13.64 KiB) Visto 238 volte
Picture089.jpg
Visto 238 volte
Picture089.jpg
Picture089.jpg (45.89 KiB) Visto 238 volte
L’effetto citato viene impiegato in una serie di munizioni anticarro/veicolo e nelle cariche per neutralizzare ordigni inesplosi a contatto, non a contatto ed a distanza (anche interrati), stante la loro incredibile efficacia.
ll.jpg
Visto 238 volte
ll.jpg
ll.jpg (15.01 KiB) Visto 238 volte
La mina ovviamente era costruita in materiale temoplastico ad alta resistenza e stagno ma, dato il disco proiettivo che esplicava l’effetto, era rilevabile magneticamente.
L’involucro era di colore verde chiaro del diametro di 290mm ed alto circa 132mm, del peso totale di 7,2kg, con l’accenditore UTMRP, avvitato al corpo della mina.
TMRP6-03.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-03.JPG
TMRP6-03.JPG (223.32 KiB) Visto 238 volte
TMRP6-05.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-05.JPG
TMRP6-05.JPG (208.2 KiB) Visto 238 volte
TMRP6-07.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-07.JPG
TMRP6-07.JPG (234.33 KiB) Visto 238 volte
TMRP6-08.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-08.JPG
TMRP6-08.JPG (202.43 KiB) Visto 238 volte
TMRP6-09.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-09.JPG
TMRP6-09.JPG (150.12 KiB) Visto 238 volte
TMRP6-06.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-06.JPG
TMRP6-06.JPG (200.76 KiB) Visto 238 volte
TMRP6-10.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-10.JPG
TMRP6-10.JPG (319.2 KiB) Visto 238 volte
L’accenditore, con sistema antishock utile a resistere ad azioni di sminamento esplosivo o al tormento della semina, poteva funzionare (in modo contro cingolo) a pressione meccanica sul piatto (150-350kg) oppure ( in modo contro-scafo) mediante un’asta detta Tilt-rod, che aveva la funzione di inclinarsi, spinta dallo scafo del veicolo, producendo la detonazione, se superava i 6°, rispetto alla sua verticale origine .
Lo stesso accenditore aveva un ritardo meccanico di armamento ad orologeria precaricabile, con una chiavetta, selezionabile (0, oppure 1, oppure 4 minuti) per consentire all’operatore di mettersi a distanza di sicurezza, oppure garantire la stessa durante le operazioni di semina delle mine.
TMRP6J.JPG
Visto 238 volte
TMRP6J.JPG
TMRP6J.JPG (1.03 MiB) Visto 238 volte
Il contenuto in esplosivo era di ben 5,1 kg di Tnt ,in una particolare carica sagomata, oltre ad una piccola carica pirotecnica, posta internamente, tra l'accenditore ed il disco in metallo.
La mina funzionava interrata fino a circa 20cm o immersa completamente in acqua; correttamente attivata da una delle azioni innescanti, faceva deflagrare la piccola carica pirotecnica ( molto simile ad una carica aggiuntiva per bomba da mortaio)che liberava la mina dall’accenditore e dalla terra che avrebbe potuto limitare l’effetto della proiezione metallica, successivamente provocava la detonazione ( con un piccolo ritardo pirotecnico)della carica principale che proiettava il disco metallico contro il bersaglio.
mm.jpg
Visto 236 volte
mm.jpg
mm.jpg (8.29 KiB) Visto 236 volte
lll.jpg
Visto 236 volte
lll.jpg
lll.jpg (10.72 KiB) Visto 236 volte
nnn.jpg
Visto 236 volte
nnn.jpg
nnn.jpg (11.19 KiB) Visto 236 volte
tmrp6.PNG
Visto 238 volte
tmrp6.PNG
tmrp6.PNG (132.97 KiB) Visto 238 volte
La mina stante il suo notevole peso era trappolabile con congegni regolamentari antisollevamento , contro la rimozione ed aveva un alloggiamento dedicato per questo specifico uso.
TMRP-6_02.jpg
Visto 238 volte
TMRP-6_02.jpg
TMRP-6_02.jpg (823.01 KiB) Visto 238 volte
Era confezionata in cassa in legno con due aste tilt-rod, con temperature di impiego da -30C a +60C, ed era testata per rimanere operativa fino a 15 dopo l'immagazzinamento.
TMRP6-01.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-01.JPG
TMRP6-01.JPG (238.81 KiB) Visto 238 volte
TMRP6-02.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-02.JPG
TMRP6-02.JPG (281.87 KiB) Visto 238 volte
TMRP6-04.JPG
Visto 238 volte
TMRP6-04.JPG
TMRP6-04.JPG (294.38 KiB) Visto 238 volte
La performance di perforazione della TMRP-6 era devastante...40mm di acciao omogeneo posti a 800mm di distanza dalla mina.
Questo un video di un'azione meccanica di sminamento di un veicolo remotizzato dedicato, in Bosnia, che viene a contatto con una TMRP-6 interrata...sfortunatamente non riesce a disarticolarla e ne provoca la detonazione.
https://www.youtube.com/watch?v=CFY2gJJn4qk

Attendo integrazioni particolareggiate da tutti ed in particolare un semplice( per nulla) appassionato...e correzioni ovviamente, data l'invasione di campo! [icon_246

Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7489
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da Andrea58 »

Il piccoletto si è salvato perchè le catene hanno fatto scoppiare il tutto lontano dallo scafo e perchè andava come una lumaca. Lo stesso dispositivo montato su un blindato che si fosse mosso più velocemente non l'avrebbe salvato.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da wyngo »

[110.gif ...le immagini non sono di repertorio e nemmeno prese in rete...il blindato in foto non ha incocciato una TMRP-6 ma una vecchia e meno prestante TMM-1 che è la nipote della Teller [110.gif 42 ...con meno materiale esplosivo e molto meno efficace.
Se vai piano o forte, una volta premuto sull'organo sensibile, la mina detona...e detona sotto la ruota (o dopo un metro di cingolo) che effettua la pressione...in casi diversi, non è una mina ma un ordigno improvvisato [argh , con una mina come carica principale, ma quella è un'altra storia. [249
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
berettofilo
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 635
Iscritto il: 04/09/2013, 14:33
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Artiglieria
Nazionalita: Altro
Località: Rapallo

Re: Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da berettofilo »

Ciao Francesco,
ancora una volta grazie per le Tue delucidazioni incredibilmente tecniche ed esaustive clap clap clap clap
Non conoscevo l'effetto “Miznay-Schardin” ovvero che esistessero ordigni di questo tipo pensavo che le mine sfruttassero l'effetto "carica cava" o il potere dirompente degli alti esplosivi.
Anche se l'accrescimento del mio bagaglio tecnico rimarrà fine a se stesso [110.gif ho aggiunto un tassello in più alle mie conoscenze. [249
Gianni
......Lo strano destino della pallottola, che bruciando nasce e bruciando muore......
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7489
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da Andrea58 »

Se non ricordo male l'effetto citato è usato anche in un missile anticarro (credo svedese) che colpisce i carri in torretta sfruttando l'effetto della "goccia incandescente" nel punto meno protetto.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da wyngo »

berettofilo ha scritto:Ciao Francesco,
ancora una volta grazie per le Tue delucidazioni incredibilmente tecniche ed esaustive clap clap clap clap
Non conoscevo l'effetto “Miznay-Schardin” ovvero che esistessero ordigni di questo tipo pensavo che le mine sfruttassero l'effetto "carica cava" o il potere dirompente degli alti esplosivi.
Anche se l'accrescimento del mio bagaglio tecnico rimarrà fine a se stesso [110.gif ho aggiunto un tassello in più alle mie conoscenze. [249
Gianni

Ciao Gianni...grazie a te e sono contento che il topic, su un ordigno particolarmente speciale, sia piaciuto...anche perche' nemmeno Stecol mi ha fatto troppo le pulci, dato che ho amichevolmente invaso il suo campo specifico [17 bastard .

La differenza tra le cariche cave e le EFP o SFF, è molto netto e l'efficienza di perforazione di queste ultime, negli anni correnti, ha portato allo sviluppo di munizioni anti-corazza con capacita' eccezzionali, in particolare per gli attacchi anticarro dall'alto, sia d'artiglieria( https://en.wikipedia.org/wiki/SMArt_155 )
AKrus007.jpg
Visto 209 volte
AKrus007.jpg
AKrus007.jpg (9.14 KiB) Visto 209 volte

che da ordigni sganciati da vettori aerei ( https://en.wikipedia.org/wiki/BLU-108 )
twbombb1.jpg
Visto 209 volte
twbombb1.jpg
twbombb1.jpg (32.62 KiB) Visto 209 volte
e autopropulse (missili) volo radente antinave ( https://en.wikipedia.org/wiki/C-802 )
c802 china missile.JPG
Visto 209 volte
c802 china missile.JPG
c802 china missile.JPG (27.24 KiB) Visto 209 volte

...ma sono solo due esempi di una vastissima famiglia di munizioni attuali che sfruttano questo letale principio chimico-fisico.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da wyngo »

Andrea58 ha scritto:Se non ricordo male l'effetto citato è usato anche in un missile anticarro (credo svedese) che colpisce i carri in torretta sfruttando l'effetto della "goccia incandescente" nel punto meno protetto.
Per non essere troppo ovvio [110.gif , ho scelto una versione del famosissimo e diffusissimo missile TOW la 2B che ha una doppia testa in tandem, rivolta verso il basso, che attacca il carro o il veicolo dall'altro e proietta ben due EFP nello stesso punto, a mezzo di sensori opto-elettronici...ed è diventato operativo nel 1993.

http://www.army-guide.com/eng/product2689.html
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5404
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana

Re: Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da Centerfire »

L'effetto dei proiettili "autoforgianti" l'avevo letto molti anni fa sulla rivista RID.
Un amico che lavora alla ex Galileo nel settore militare si meravigliava che su questa rivista comparissero varie notizie che per lui erano classificate. Mistero dell'informazione...
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da wyngo »

...la pubblicita' è l'anima del commercio e poi, ci si meraviglia di ovvieta' in Italia...le notizie vengono filtrate e diffuse grossolanamente proprio dalle stesse Ditte, per amplificare la vendita e la conoscenza del prodotto.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mina Anticarro TMRP-6

Messaggio da wyngo »

Vi mostro alcuni scenari trappola, scoperti nel corso delle operazioni di IFOR, nella ex jugoslavia e accuratamente riportati in molti manuali.
Questi scenari specifici sono di grande effetto per un pubblico di "non addetti ai lavori" ma non impressionano affatto personale addetto alla posa ed alla bonifica dei campi minati ( Genieri e Guastatori del Genio) , in quanto conoscitori della materia e per i piu' grandicelli, gente che lavorava con molta tecnica e improvvisazione, in campi dove ancora la Convenzione di Ottawa ancora non poneva veti.
Per molti la guerra balcanica ha portato in tv la guerra del XX secolo, delle mine e dei bombardamenti dei civili con mortai ed artiglierie, oltre ai cecchini che hanno insanguinato Sarajevo...ma i militari sapevano che paesi come l'Afghanistan, la Cambogia, il Laos, le guerre africane e altri posti dimenticati, vivevano esperienze ancora piu' devastanti.
Szene06.jpg
Visto 177 volte
Szene06.jpg
Szene06.jpg (174.02 KiB) Visto 177 volte
In questa prima immagine, è stata ricostruita una sede stradale sbarrata e trappolata in maniera particolare, specialmente perche' la trappola si opporrebbe ad un forzamento notturno e diurno, sia da personale che da veicoli...
Szene02.jpg
Visto 177 volte
Szene02.jpg
Szene02.jpg (201.84 KiB) Visto 177 volte
Questa seconda immagine ricostruisce uno spot che sfata dei uno dei miti del campo minato, mito che citerebbe che si puo' bypassare una zona minata camminando sulle pietre, perche' sicuramente le pietre non sono minate...

Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Rispondi