Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

scatole e imballaggi
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7489
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da Andrea58 »

chaingun ha scritto:Secondo me, la timbratura veniva eseguita in arsenale. Le scatole venivano consegnate neutre, anzi secondo me anche "smontate" (senza punti metallici di assemblaggio).
Per lo smontato puoi metterci la mano sul fuoco. Dal fatto invece che la timbratura sia così mal eseguita io direi che veniva fatta a mano e non con una macchina, il fatto che al centro sia vuota è perchè la scatola non è in piano. I bordi fanno spessore ed interferiscono. Se fosse fatto a macchina avrebbero messo uno spessore per compensare il difetto ed evitare che il timbro lavorasse male rischiando di rovinarsi. Oltretutto si tratta di un timbro componibile dove la partita e la data venivano cambiate ed i timbri di quel tipo non sono mai perfetti.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
chaingun
Iscritti Ad Honorem
Iscritti Ad Honorem
Messaggi: 1265
Iscritto il: 09/08/2011, 19:05

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da chaingun »

Non può essere allora, banalmente, che dopo l'8 settembre il pirotecnico avesse richiesto i cliché nuovi senza l'indicazione R.E. e, in attesa che venissero pronti, si sia arrangiato con un timbro in gomma o qualcosa del genere, fatto fare alla veloce? E poniamo il caso che le dimensioni minime del produttore del timbro fossero superiori alla larghezza della scatola in piedi. Che si può fare? Ovviamente non resta che sfruttare il lato lungo! Una volta che è venuto pronto il cliché "giusto", il timbro "lungo" lo hanno buttato.
A guardare i numeri delle partite dei lotti, sembra successo proprio questo!
Avatar utente
chaingun
Iscritti Ad Honorem
Iscritti Ad Honorem
Messaggi: 1265
Iscritto il: 09/08/2011, 19:05

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da chaingun »

Aggiornamento: dall'esame delle scatolette nella scheda di Giovanni, risulta che i casini siano avvenuti in particolare con la partita n. 167. Infatti, nella scheda di Giovanni si riscontra sia una scatoletta come la mia prima, con il timbro in orizzontale (ma impresso su un foglietto di carta, successivamente incollato sul retro della scatola), sia una scatoletta con il timbro "giusto" sul davanti, MA realizzato sempre con un timbro "volante" e non con la classica punzonatura precisa. Allora, secondo me è successo questo: in attesa che venisse pronto il cliché giusto senza l'RE, prima hanno fatto fare un timbro di circostanza, che è venuto lungo, e allora l'hanno usato sul retro delle scatole; poi hanno fatto fare un timbro di circostanza "giusto", e hanno ricominciato a timbrare le scatole sul davanti, ma sempre con un po' di sbavatura. Alla fine è venuto pronto il cliché, e hanno ricominciato a timbrare le scatole nel modo migliore.
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7489
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da Andrea58 »

Credo non ci siano dubbi sulla cosa. Non può essere stato altro. Quello che mi meraviglia come al solito è che si perde tempo in cazzate e non si bada al sodo. Abbiamo bisogno di cartucce o di retorica inutile, le cartucce marcate Regio non sparano????? Con lo stesso criterio avrebbero dovuto ritirare le dotazioni di reparto dato che riportavano i simboli del regno!!!
L'italica politica/mentalità è sempre la stessa dai tempi di Roma. [notok [notok
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5519
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da OLD1973 »

Andrea58 ha scritto:Credo non ci siano dubbi sulla cosa. Non può essere stato altro. Quello che mi meraviglia come al solito è che si perde tempo in cazzate e non si bada al sodo. Abbiamo bisogno di cartucce o di retorica inutile, le cartucce marcate Regio non sparano????? Con lo stesso criterio avrebbero dovuto ritirare le dotazioni di reparto dato che riportavano i simboli del regno!!!
L'italica politica/mentalità è sempre la stessa dai tempi di Roma. [notok [notok
Si è vero dal punto di vista operativo, ma in quei tempi di grande trambusto sociale andare in giro con il braccio destro alzato invece del sinistro, oppure con una R in piu', poteva significare avere una testa in meno [126
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
chaingun
Iscritti Ad Honorem
Iscritti Ad Honorem
Messaggi: 1265
Iscritto il: 09/08/2011, 19:05

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da chaingun »

Posso capire che, oggi, si possa pensare che in tempo di guerra ci fossero cose più importanti. Però, la forma di governo era fondamentale, proprio come elemento di rottura nei confronti del passato e dei "badogliani". Quindi, ovvio che l'RE sparisse SUBITO da qualsiasi documento ufficiale.
Poi consideriamo che armi e munizioni finivano in mano proprio a quei soldati che avevano, in gran parte, effettuato una scelta volontaria di rifiuto della monarchia.
Avatar utente
giovanni
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 2039
Iscritto il: 22/04/2005, 1:08
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto - Padova - Italy
Contatta:

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da giovanni »

A mio sapere, le scatole in questione contenevano un misto di cartucce i tutti gli stabilimenti, in particolare di Capua.
La mia ipotesi e che nella previsione della perdita di Capua e dopo lo svuotamento delle caserme Italiane a nord giunsero migliaia di cartucce prive di inscatolamento o con il confezionamento in pessime condizioni.
Dopo l'8 Settembre con lo svuotamento delle caserme e nel casino totale, probabilmente, il Pirotecnico inizialmente per un po' rimase statico, probabilmente continuando la produzione, in attesa degli eventi, poi si ripartì di corsa alla bene e meglio inscatolando prima "il pronto". Sarebbe interessante vedere le scatole di Bologna pre 8 settembre, se segnano il lotto fino, a che punto arrivano
Per capire il casino del momento:
1943-09-08 Annuncio dell'armistizio. I nazisti disarmano le truppe italiane
1943-10-02 Liberazione di Capua
1943-11-18 Costituzione nella RSI
E evidente che in quei due mesi la situazione fosse caotica e che a Bologna non si sapesse neppure chi doveva fare cosa, inoltre immagino sia giusta l'informazione che da il Pirotecnico, data la sua strategicità, come occupato immediatamente dai Tedeschi.
Per questa ragione almeno alcune delle scatole in questione, se non tutte, potrebbero essere state prodotte dai tedeschi e non dalla RSI.
Avatar utente
chaingun
Iscritti Ad Honorem
Iscritti Ad Honorem
Messaggi: 1265
Iscritto il: 09/08/2011, 19:05

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da chaingun »

La tua affermazione è senz'altro logica. Però, certe cose secondo me non cambiano. Cioè: perché, se si tratta di cartucce "riordinate" (cioè di provenienza varia), sulla scatola non c'è scritto? Bologna lo indicava prima dell'8 settembre e lo indicava anche dopo il 1945. Perché proprio a ridosso dell'8 settembre non lo hanno indicato più?
Non può essere, semplicemente, che le scatole siano state riempite di roba assortita DOPO la guerra? A me per esempio è capitato di trovare sul mercato (armerie), alcune scatolette del '91 con dentro un fritto misto di roba varia. Ebbene, venivano dalla Germania ed erano state "assemblate" dalla Hege per il mercato dell'Ex ordinanza. Infatti, alcune cartucce (non tutte) presentavano il classico timbro a inchiostro della Hege. Semplicemente, il distributore tedesco aveva ottenuto un certo quantitativo di scatole del '91 e, dopo averle ispezionate e timbrate, aveva rimesso le cartucce alla rinfusa nelle lastrine e nelle scatole, per venderle.
In altre parole: le cartucce mischiate, le hai trovate in una scatola alla quale hai personalmente rotto la sigillatura costituita dalla fascetta di carta? Oppure no?
Avatar utente
giovanni
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 2039
Iscritto il: 22/04/2005, 1:08
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto - Padova - Italy
Contatta:

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da giovanni »

Entrambe in mio possesso ed entrambe intonse, in entrambe parecchi Capua P.V C-43 tutte, anche le altre, in acciaio
da notare il lotto
La prima su clip la seconda sfuse
IMG_1910.JPG
Visto 60 volte
IMG_1910.JPG
IMG_1910.JPG (31.7 KiB) Visto 60 volte
IMG_1887.JPG
Visto 60 volte
IMG_1887.JPG
IMG_1887.JPG (28.16 KiB) Visto 60 volte
Avatar utente
chaingun
Iscritti Ad Honorem
Iscritti Ad Honorem
Messaggi: 1265
Iscritto il: 09/08/2011, 19:05

Re: Le 6,5 Carcano Rsi di Bologna

Messaggio da chaingun »

Allora, senz'altro la pista commerciale è da escludersi.
Posso solo dire che, per quanto riguarda le mie, quella con il timbro sdraiato viene dagli Usa e quindi l'ho avuta vuota, le altre due avevano dentro materiale del tutto coerente con la dicitura (RM B-43 e RM B-44 su lastrine INUF 943).
Rispondi