Il classico

I migliori post su Bombe a mano e da fucile
Rispondi
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA
Grazie Ricevuti: 2 volte

Re: Il classico

Messaggio da wyngo »

.....sempre in ritardo come al solito...volevo aggiungere solo qualcosa a quanto gia' correttamente affermato da Fert.
Il sistema delle colorazioni degli USA è cambiato in parte, per l'Esercito e l'Aeronautica in particolare, nel 1942;
il colore di fondo per gli ordigni di qualsiasi tipo con caricamento ad alto esplosivo, dalla bomba d'aereo alla bomba a mano se pur con alcune eccezzioni, è passato da corpo completamente giallo ad un colore di fondo verde oliva con una singola banda gialla(o piu' bande gialle in testa e coda per le bombe d'aereo a seconda dell'uso e dell'esplosivo contenuto); in particolare per le Mk2 la verniciatura standard era completamente verde oliva con una piccola banda gialla all'attaccatura del colletto della spoletta...che a volte era assente o spesso i lotti distribuiti erano ancora completamente colorati di giallo, per il colore arancio non confermo ne' smentisco nulla.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA
Grazie Ricevuti: 2 volte

Re: Il classico

Messaggio da wyngo »

Relativamente all'esplosivo contenuto, le fonti ufficiali parlano di TNT fuso e di un particolare caricamento, che in realta' è una sigla della ditta che ha effettuato alcuni lotti di bombe a mano (polvere propellente senza fumo, per munizionamento per armi portatili, tipo EC), questa modifica aveva inoltre il vantaggio di poter impiegare una spoletta deflagrante con igniter in polvere nera molto fine, al posto della spoletta detonante e riduceva il problema della frammentazione dell'involucro irregolare, data dal TNT.
Non ho informazioni sulla nitroglicerina flemmatizzata...la nitroglicerina ha una sensibilita' all'urto meccanico molto bassa ( al maglio di Berta, di 2 kg di peso, detona quando lo stesso maglio cade da oltre 2 cm di altezza....) e di conseguenza detonerebbe al minimo urto, ad una temperatura sopra i 10 gradi la sua forma fisica è un liquido oleoso e denso, inoltre a soli 8 gradi congela formando cristalli sensibilissimi che al minimo urto provocherebbero la detonazione della sostanza stessa; per molti di questi motivi e per altri , praticamente come esplosivo da caricamento non trova impieghi pratici, viene impiegata a volte miscelata ad altri esplosivi come la pentrite, formando la pentrinite ma non puo' essere flemmatizzata con sostanze che la renderebbero piu' lenta nella sua reazione esplosiva (circa 7200mt/sec) o che la rederebbero piu' sicura al maneggio. L'unica azione che' è stata possibile, è stata la sua stabilizzazione con farine fossili a cura di Alfred Nobel, creando cosi' la dinamite, sicuramente piu' stabile e impiegabile ma con limitazioni per temperature di impiego, instabilita' chimica (trasuda, in particolari condizioni di temperatura e di umidita', nitroglicerina che deve essere asciugata delicatamente con ulteriore farina fossile, rendendo la stessa dinamite controindicata per gli impieghi di caricamento delle munizioni in genere).
La colorazione era in genere verde con piccola banda gialla e interamente gialla; il colore rosso era adottato come marcatore per evidenziare il munizionamento da addestramento ma relativamente alla Francia e alla Germania...(http://www.inert-ord.net/usa03a/usa2/index.html )...l'arancio riportato nella discussione, potrebbe essere un colore di risulta da ordigni da scavo o molto vecchi...ma è un'ipotesi!
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
marpo
Friends
Friends
Messaggi: 44
Iscritto il: 27/11/2005, 16:44
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Italia-New Zealand

Re: Il classico

Messaggio da marpo »

Didattica a contributo:
scansione0001.jpg
[00016009 PaoloM
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
ANABASI
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 63
Iscritto il: 03/11/2010, 21:40

Re: Il classico

Messaggio da ANABASI »

buona sera e auguri buone feste a tutti voi e famiglia
osservo solo adesso il topic e mi viene un dubbio, anzi secondo me sono i miei neuroni -ormai pochi- che hanno ripreso il loro torneo di briscola, ma il dubbio rimane
nella prima pagina, verso la fine est foto con due gusci b.a.m. di cui quella a destra est sicuramente u.s. ma quella a sinistra non somiglia un po' troppo ad una SIPE? tutto qui i resti del mio cervello hanno ewsaurito l'autonomia.
saluti a tutti
Rispondi