Calibro da caccia?

Civili e Wildcat
Rispondi
Forte149

Calibro da caccia?

Messaggio da Forte149 »

Qualcuno cortesemente, può spiegarmi come viene definito il calibro dei fucili da caccia.
E per curiosità che calibro ha la "44 magnum"?
Grazie.

Andrea
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2923
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria

Messaggio da fert »

se sono carabine nello stesso modo in cui vengono chiamati gli altri calibri;
un esempio il 7,62x51 calibro nato, in termini da cacciatore viene definito 308, non ho mai sentito un cacciatore chiamarlo 7,62x51..... ma credo per comodita, non esiste un gergo, o per lo meno io non lo conosco.
308 è inteso come 0.308 inch(pollici in inglese)
diverso invece per i fucili a canna liscia, sovrapposto, giustapposto e automatico, i caliri 12, 16, 20, 24 etc.. intendono che nella foratura della canna passa perfettamente una biglia da 1/12, 1/16, 1/20, 1/24 etc... di libbra anche questo sistema di misura inglese.
il 44 magnum ha calibro 0.44 inch, cioè 0.44 x 25,4(1 inch = 25,4mm)= 11,176
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5402
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana

Messaggio da Centerfire »

Ciao Forte!
Il calibro nei fucili a canna liscia è stato "inventato" in Gran Bretagna e come spesso è accaduto per le normative inglesi è diventato universale ed adottato in tutto il mondo.
I vari numeri che lo identificano (4, 8, 10, 12, 14, 16, 20, 24, 28, 36) indicano il numero di sfere di piombo ottenibili da una libbra inglese di piombo!!!!
Per quanto riguarda il 44 la cifra è derivata dalla millesimazione del pollice inglese che vale 25.4 millimetri. Per ottenere il valore nominale basta che moltiplichi la cifra precedura dallo "zero virgola" per 25.4 ed avrai il valore. (es 0.44 x 25.4 = 11.176 mm, 0.22 x 25.4 = 5.588)
In teoria dovrebbe corrispondere al diametro di foratura della canna, il proiettile nuovo sarà alcuni centesimi di millimetro più grande per consentirne l'impegno nelle righe. Considera però che negli anni e con l'accumularsi di nuove produzioni spesso il valore in millesimi è indicativo e serve più per dare un "nome" ad una nuova munizione che a definirne l'esatto calibro.
In pratica per il .44 il diametro effettivo sui pieni è di 10.73 mm e nei vuoti 10.9 (L'Esperto Balistico - A. Ugolini).

Altro esempio: il .38 ed il .357 sono munizioni intercambiabili nei revolver di calibro .357 me se fai i conti avresti diametri rispettivamente di 9.652 e 9.068 mm assolutamente incompatibili se reali!!!!
[ciao2]
Forte149

Messaggio da Forte149 »

Grazie per la spiegazione, è una discussione che era sorta sul posto di lavoro e nessuno sapeva come rispondere. Certo è che gli inglensi, per costruire le biglie esatte che passino per la canna, così si determina il foro...........semplice.
Grazie ancora.

ANDREA
Avatar utente
Pivi
Friends
Friends
Messaggi: 1661
Iscritto il: 17/01/2008, 18:30
Collezionista: Si
cosa: Solo Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Tarcento-Friuli Venezia Giulia

Messaggio da Pivi »

Quoto in pieno.Il calibro nominale può corrispondere o meno al calibro effettivo.Questo era anche per distinguere cartucce dello stesso calibro ma di forma diversa.Anche nel sistema metrico esistono questi problemi.Qui il calibro nominale è spesso un' approsimazione di quello effettivo.
Per quanto riguarda le cartucce a pallini,è vero che deriva dal sistema delle sfere di piombo,però è da considerare che venivano usate approsimazioni per stabilire l'esatto peso della sfera di piombo da qui derivare le sfere più piccole.Così ad esempio un calibro 4 in europa avrà un diametro,in america ne avrà un altro

Pivi
Rispondi